Voto a

Spese per cancelleria, carta e stampati: Savona comune virtuoso

La città della Torretta è tra i capoluoghi di provincia italiani “promossi” dalla Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica italiana nell'ambito del progetto "Pitagora"

palco piazza sisto comune savona

Savona. C’è anche Savona tra i capoluoghi di provincia italiani “promossi” dalla Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica italiana nella gestione della spesa per cancelleria, carta e stampati. A decretarlo la speciale classifica elaborata per l’Adnkronos nell’ambito del progetto “Pitagora”, che prende in esame i costi sostenuti nel 2022 da Regioni e capoluoghi di Provincia (sul sito www.adnkronos.com tutte le tabelle e le cifre del report). La città della Torretta ha speso per questa voce di bilancio 39.474,40 euro, meritandosi una A.

A risultare più “virtuosi” per questa voce di costi dell’ente, ottenendo così il massimo rating (AAA), sono: Como (400,00 euro), Napoli (15.623,43), Cagliari (5.754,31), Cuneo (6.279,04), Barletta (15.148,91), Lodi (7.829,38), Ragusa (14.271,91), Catanzaro (19.947,52), Pescara (27.160,64), Piacenza (23.811,83), Cosenza (15.867,86), Pavia (17.651,87), Forlì (29.020,80), Nuoro (10.593,10), Asti (19.379,07), Roma (306.224,15), Alessandria (26.747,80), Imperia (14.250,50).

Ancora più folto il gruppo di città che risultano fra le più virtuose per questa voce di spesa, ottenendo la doppia AA: Rovigo, Oristano, Reggio Calabria, Lucca, Catania, Pisa, Crotone, Andria, Salerno, Aosta, Massa, Macerata, Trapani, Milano, Lecce, Cesena, Teramo, Benevento, Arezzo, Treviso, Pistoia, Pesaro, Caltanissetta.

Ma anche il gruppo che si è aggiudicato la A: Chieti, Ancona, Terni, Avellino, Savona, Fermo, Vercelli, Lecco, Rieti, Varese, Latina, Brindisi, Foggia, Verbania, La Spezia, Gorizia, Trani, Viterbo, Cremona.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.