Interventi

Pietra Ligure, al via la messa in sicurezza idraulica di via Nazario Sauro

Con la ricostruzione della condotta di raccolta delle acque superficiali e la riqualificazione dell’intera via

Pietra Via Nazario Sauro

Pietra Ligure. “A completamento degli importanti lavori di allargamento della sede stradale portati a termine lo scorso luglio, settimana scorsa sono stati consegnati i lavori di ricostruzione della condotta di raccolta delle acque superficiali posta a margine di via Nazario Sauro, arteria che ha visto, a partire dalla primavera 2023, un impegno e un investimento molto significativi messi in campo con l’obiettivo di dare una definitiva sistemazione funzionale ad un’area strategica, quella della sponda sinistra del Maremola, cerniera tra la costa e l’entroterra e con i quartieri residenziali posti a levante del territorio comunale”. Lo annunciano il sindaco di Pietra Ligure Luigi De Vincenzi e l’assessore ai lavori pubblici Francesco Amandola.

L’intervento in oggetto, interamente finanziato da Regione Liguria con un ammontare complessivo di 1 milione e 500 mila euro, prevede la ricostruzione dell’esistente canale di raccolta con una nuova struttura in calcestruzzo prefabbricato di forma scatolare e dimensionata alla portata idraulica della zona, in grado di eliminare i frequenti allagamenti che colpiscono l’area durante gli eventi atmosferici e, a coronamento di tale struttura, la realizzazione di un marciapiede che, collegandosi all’intervento di adeguamento stradale e pedonale da poco ultimato, garantirà continuità pedonale all’intera area, consentendone una generale riqualificazione urbana., nel rispetto della sicurezza idraulica.

“Inoltre, grazie ad un ulteriore finanziamento con fondi PNRR pari a 140 mila euro, procederemo anche con un intervento di efficientamento energetico e riqualificazione dell’intera via Nazario Sauro con l’ammodernamento del patrimonio illuminotecnico che consentirà un sostanziale risparmio energetico – proseguono De Vincenzi e Amandola – Con questi ultimi lavori completiamo l’importante riqualificazione di questa fondamentale arteria di collegamento con la Val Maremola che ha visto, nei mesi scorsi, l’allargamento della sede stradale, che è passata da una larghezza media di 4,50 mt a una carreggiata di larghezza costante di 6,20 mt e la realizzazione di un nuovo marciapiede per la messa in sicurezza pedonale”, concludono De Vincenzi e Amandola.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.