Altre news

Al via nuovo progetto di segnalazione di percorsi, così i sentieri di Calice possono entrare nella Rete Escursionistica Ligure

Il segnavia utilizzato è quello raccomandato da Regione Liguria ed utilizzato a livello nazionale: banda bianca sovrapposta ad una rossa

Calice Ligure. Allo scopo di ordinare e formalizzare la rete sentieristica comunale di Calice Ligure, è in corso di realizzazione un progetto di segnalazione di percorsi escursionistici a cura di Francesca Magillo, guida ambientale Escursionistica.

“L’intenzione di tale progetto, – ha spiegato il sindaco Alessandro Comi, – è di identificare e tutelare alcuni percorsi specificatamente dedicati all’escursionismo pedonale, evidenziandoli tramite l’apposizione di segnavia a vernice, modalità indispensabile per poter procedere alla successiva iscrizione dei percorsi alla Rete Escursionistica Ligure (REL), lo strumento di riferimento di Regione Liguria per l’ufficializzazione dei percorsi escursionistici. All’interno della REL i sentieri vengono identificati con un codice numerico e presi in carico dal Comune di Calice, in veste di proponente e manutentore di tali percorsi (eventualmente con l’ausilio di realtà terze)”.

Il segnavia utilizzato è quello attualmente raccomandato da Regione Liguria ed utilizzato a livello nazionale: una banda bianca sovrapposta ad una rossa presente presso le partenze, gli incroci e in tutte le situazioni che possono generare dubbi sulla direzione da seguire. Il segnavia è a bandierina, sempre bianca e rossa, recante il numero del percorso assegnato (la numerazione utilizzata nel Comune di Calice) va dal 40 al 48.

“Particolare attenzione è stata posta ai tratti che potevano vedere una condivisione con l’attività di mtb, la finalità di tale progetto è quella di poter garantire un’adeguata sicurezza a tutti coloro che volessero percorrere tali percorsi ed offrire in ogni zona un’alternativa pedonale sicura agli appassionati di escursionismo. I segnavia vengono pitturati su rocce, tronchi, pali, muri in pietra e in cemento; vengono evitati i muri intonacati delle case, chiese ed altri manufatti di importanza storica. A seguito del completamento della fase di apposizione dei segnavia, verrà prodotta e divulgata una cartografia dei percorsi”, ha proseguito il sindaco.

“L’iscrizione alla REL è funzionale ad ottenere un vantaggio in caso di bandi pubblici di finanziamento, che potranno consentire una adeguata sistemazione dei percorsi scelti. Infatti, tali percorsi sono attualmente e interamente percorribili, ma necessitano di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria (principalmente piccole opere di ingegneria naturalistica e pulizia), specialmente nel caso di recupero di percorrenze storiche in abbandono: un patrimonio che in questo modo potrà essere mantenuto”.

A seguito di alcuni episodi di cancellazione e manomissione di segnavia, avvenuti probabilmente per timore della nascita estemporanea di percorsi di discesa per i bikers, il Comune ribadisce che “si tratta di percorsi per l’escursionismo e che i tracciati individuati hanno carattere pubblico o di uso pubblico, si tratta di strade comunali o vicinali presenti a catasto, sterrate o piste forestali esistenti, in alcuni casi sentieri di fatto esistenti e già frequentati, tracce di sentiero in terreni di proprietà comunale o dove il Comune possiede diritto di passaggio per la presenza di servizi”.

“Si invita pertanto la cittadinanza alla collaborazione ed eventualmente a contattare l’Ufficio Tecnico per chiarimenti. Si invitano anche i bikers, le asd ed i consorzi per l’outdoor operanti nel territorio a non utilizzare i tracciati dotati di segnavia bianco e rosso salvo dove concordato”, ha concluso Comi.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.