Dati

Il 21 settembre la giornata dell’Alzheimer, le iniziative in Asl2

In Italia circa 1.100.000 persone soffrono di demenza

anziano

Savona. Ogni anno il 21 settembre si celebra in tutto il mondo la Giornata dell’Alzheimer, istituita nel 1994 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e dall’Alzheimer’s disease international (Adi). Per tale occasione Asl2, ha attivato una serie di iniziative rivolte a diverse fasce della popolazione.

Giovedì 21 settembre, alle ore 15.00 presso il cinema Diana di Savona è in programma l’incontro-dibattito Alzheimer: un incontro per conoscere, capire, convivere, organizzato dalla SSD demenze di ASL 2 in collaborazione con l’Associazione Alzheimer Savona ODV. Interverranno professionisti del settore che parleranno della malattia, dei risvolti a livello familiare e dei percorsi possibili attuali e futuri. Inoltre verrà proiettato il film documentario “La Giostra”, con la partecipazione del Regista Simone Arrighi con l’intento di stimolare ulteriori riflessioni e considerazioni da condividere con il pubblico in sala.

Gli operatori della SSD demenze saranno inoltre impegnati in una campagna di sensibilizzazione nelle scuole secondarie di secondo grado, per approfondire con gli studenti i vari aspetti della malattia e per informarli sugli strumenti attualmente a disposizione per contrastarne la progressione. “Educare i giovani sulla malattia è cruciale, poiché possono diventare non solo futuri caregiver ma anche promotori di una società più inclusiva e comprensiva”, spiega il dottor. Giuseppe Russo, responsabile della SSD Demenze di ASL2.

Sempre nel contesto di questa importante giornata è prevista la donazione alla Comunità Frendley – Amici della Demenza istituita nel Comune di Pietra Ligure, di braccialetti dotati di tecnologia NFC, che permettono di inserire i dati identificativi e le informazioni mediche del possessore utili in caso di emergenza. Chiunque avvicini il proprio smartphone al braccialetto, potrà visualizzare i dati della persona affetta da demenza per prestarle assistenza o soccorso.

E ancora nel ponente savonese, precisamente a Loano è in programma un’altra iniziativa: sabato 30 settembre, alle ore 15.30 presso la sala consiliare del Comune, si terrà l’incontro gratuito e ad ingresso libero “Alzheimer: parliamone insieme” organizzato dall’Associazione AFMAPonentesavonese ODV con la partecipazione della dott.ssa Tassinari, direttore della S.C. Neurologia dell’Ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, che parlerà nello specifico dell’importanza della prevenzione.

La malattia di Alzheimer è la più comune forma di demenza. Insorge più frequentemente dopo i 65 anni di età e colpisce più spesso le donne. Come tutte le forme di demenza comporta un progressivo decadimento delle funzioni cognitive, a cominciare dalla memoria.

Dati Epidemiologici

Nel mondo, secondo i dati dell’OMS, oltre 55 milioni di persone convivono con la demenza, una delle principali cause di disabilità e non autosufficienza tra le persone anziane. Un dato importante, ancora più eclatante in quanto cresce su base giornaliera, con previsioni che raggiungono i 78 milioni entro il 2030.

L’OMS stima che la Malattia di Alzheimer e le altre demenze rappresentano la 7^ causa di morte nel mondo. In Italia secondo stime dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) circa 1.100.000 persone soffrono di demenza (di cui il 50-60% sono malati di Alzheimer, circa 600mila persone)

“Il morbo di Alzheimer è purtroppo una patologia invalidante, piuttosto diffusa, prevalente nell’età più avanzata della popolazione, che ad oggi non ha ancora una cura, ma che può essere contenuta e gestita grazie a terapie farmacologiche e strategie comportamentali adottate da parte del personale sanitario, ma anche grazie al sostegno ed all’affetto delle famiglie e degli amici dei pazienti”, ci tengono a precisare gli specialisti di Asl2.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.