Parere

Caccia con arco e frecce, Enpa Savona: “Ennesima crudeltà, animali indifesi condannati a morte lenta e dolorosa”

L'Enpa invita a "continuare ad aderire alle raccolte firme"

caccia arco

Liguria. “Ennesima crudeltà ai danni degli animali. È inaccettabile che vengano condannati ad una morte lenta e dolorosa, visto che è difficilissimo riuscire a colpire l’animale ed ucciderlo sul colpo”. E’ questa la posizione di Enpa Savona in merito all’emendamento presentato dalla Lega, approvato in consiglio comunale, che stabilisce che d’ora in poi in Liguria si potrà cacciare con arco e frecce.

Nel dettaglio, il provvedimento modifica la legge regionale 29 del 1994 che regola il prelievo venatorio. Per la caccia di selezione a capriolo, cervo, daino e camoscio sarà possibile usare “armi a canna rigata di calibro adeguato munite di cannocchiale di mira” ma anche l’arco che – ha ricordato Piana nella relazione illustrativa del provvedimento – “è previsto dalla legge quadro nazionale ed è previsto in molte leggi regionali italiane”.

Proseguono dall’associazione: “In molti ci chiedete quali siano le nostre intenzioni a riguardo. Vi esortiamo a continuare ad aderire alle raccolte firme organizzate da varie associazioni che hanno tutto il nostro sostegno. Non confidando però nella sensibilità dei nostri amministratori, abbiamo già attivato il nostro ufficio legale per considerare la possibilità di impugnare il provvedimento. Sono 74mila le firme per chiedere di vietare la caccia con arco e frecce.

E concludono da Enpa: “Intraprenderemo tutte le strade possibili per fermare questo barbaro gesto di inciviltà ai danni di poveri animali indifesi”.

leggi anche
caccia arco
Contrari
Caccia con l’arco, la petizione supera 70mila firme. L’invito di Osa: “Mandate una lettera di protesta a chi ha votato a favore”
caccia arco
Novità
Caccia, ora in Liguria si potrà farlo con arco e frecce: approvato emendamento Lega

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.