Novità

Savona, gratis suolo pubblico e tassa sulle insegne a chi apre una nuova attività

Modificato il regolamento per l'occupazione del suolo pubblico: agevolazioni per contrastare lo sfitto e incentivare nuove aperture

Piazza Sisto Savona Comune savona Palazzo Sisto Savona

Savona. La giunta comunale di Savona ha varato un pacchetto di modifiche al regolamento comunale per l’occupazione del suolo pubblico.

Tra queste, ci sono anche alcune modifiche per superare problematiche legate alle concessioni di suolo pubblico per commercianti e pubblici esercizi e impostare un percorso di misure di contrasto allo sfitto e incentivi alle nuove aperture.

“Si tratta di piccole ma significative iniziative che danno il via a un percorso che favorisca e agevoli il tessuto commerciale – dice l’assessore al commercio, Elisa Di Padova – In
particolare ci sta a cuore il tema della lotta allo sfitto, tema che è all’attenzione anche dei soggetti che fanno parte della Consulta della Casa. Le modifiche che abbiamo varato sono frutto di un lavoro intenso fatto in maniera trasversale con altri assessorati coinvolti e gli uffici”.

Ecco le principali misure.

Lotta allo sfitto e incentivi all’apertura di nuove attività

La tassa sulle insegne diventa gratis per i primi 3 anni di attività (con l’estensione della gratuità fino ai 10 metri quadrati in modo da favorire, in modo particolare, il commercio di vicinato). E’ una misura che ricalca la filosofia dell’esenzione Tari prevista nel Regolamento per i primi 3 anni di attività

Esenzione del canone per la concessione del suolo pubblico nel giorno dell’inaugurazione di una nuova attività

Esenzione del canone per installazioni (fino al metro quadro) adiacenti alle attività commerciali, come fioriere o altri elementi di arredo che migliorano il decoro delle vie.

Riduzione sensibile degli oneri istruttori per il rilascio delle pratiche relative a suolo pubblico per il giorno dell’inaugurazione e per installazioni volte al decoro

Riduzione del canone per i ponteggi

Viene ridotto il canone per i ponteggi occupati per almeno l’80% della superficie da messaggi che promuovano la città. Una misura che migliora il decoro e aiuta Savona

Dehors e tavolini

Si regolamenta in maniera più chiara e puntuale l’installazione di nuovi dehors (o semplicemente tavolini e sedie) introducendo, tra le altre cose, una fascia “di rispetto” che agevola il commerciante che vuole utilizzare lo spazio esterno ma tutela anche i negozi che non possono o non vogliono esercitare questa facoltà.

Quando non ci sono problemi di sicurezza in relazione alla viabilità viene consentito ai pubblici esercizi di occupare anche aree che si trovano “dall’altra parte della strada”.

Insieme alla Cabina di Regia Commercio e Turismo che si riunirà la prossima settimana, tra i punti all’ordine del giorno si valuteranno anche iniziative di comunicazione per pubblicizzare in chiave di marketing opportunità e agevolazioni previste nella nostra città.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.