Domenica nera

Pullman in fiamme in A12, 37 feriti. Il racconto: “Si è creato il panico, c’era chi piangeva”

Al momento, coda di circa 6km tra Rapallo e Genova Nervi

Generico luglio 2023

Agg ore 10.45. Con una nota, il San Martino aggiorna sulle condizioni delle persone coinvolte nell’incendio.

L’autista del mezzo si trova attualmente ricoverato presso l’Area Medica Critica, al primo piano del Pronto Soccorso. Si tratta di un uomo di 56 anni originario di Como; stanotte è stato sottoposto a seduta in camera iperbarica. In fase di valutazione ulteriori sedute. Sono 3 le persone ricoverate per intossicazione presso il reparto di Osservazione Breve Intensiva (OBI) del Pronto Soccorso, tra cui anche la donna gravida di 42 anni, di Bovisio Masciago, sotto costante monitoraggio da parte del reparto di Ginecologia.

Altri 5 pazienti sono in osservazione presso le salette del Pronto Soccorso, per definire l’iter diagnostico e terapeutico. Sono 8 i dimessi, tutti con prognosi da 1 a 5 giorni. È stato invece trasferito presso l’ospedale Gaslini ieri sera, intorno alle ore 21, un bambino di 9 anni, con una lieve intossicazione. In totale sono stati ricoverati, a seguito dell’incendio, 18 pazienti.

La direzione strategica del Policlinico ringrazia “sentitamente tutto il personale del Pronto Soccorso e della Centrale Operativa del 118, che hanno gestito in maniera puntuale ed efficace l’intera emergenza”.

Da Villa Scassi, invece, fanno sapere che “sono dodici i pazienti presi in carico dall’ospedale. Tutti hanno presentato sintomatologia da inalazioni di fumi trattata con ossigeno e aerosolterapia. Al momento 10 sono stati dimessi. Due sono in via di dimissione, una volta terminati gli ultimi accertamenti”.

Genova. È stata riaperta in entrambe le direzioni l’autostrada A12 compreso tra Genova Nervi e Recco dopo lincendio che ha coinvolto un bus turistico nella galleria Monte Giugo in direzione Genova. In tutto 37 le persone accompagnate in ospedale, grave l’autista del pullman, finito in camera iperbarica. E al momento, si è formata una coda di circa 6km tra Rapallo e Genova Nervi.

Attualmente, in direzione Livorno, il traffico transita su una sola corsia e non si registrano code. In direzione Genova il traffico transita su una corsia in deviazione nella carreggiata opposta per consentire le necessarie verifiche all’interno della galleria Monte Giugo da parte dei tecnici specializzati.

Centinaia di auto sono rimaste bloccate per ore in coda, riuscendo a defluire solo in tarda serata.Decine i viaggiatori inferociti e stremati per il caldo. La protezione civile regionale è intervenuta con la colonna mobile per assistere le persone in coda con rifornimenti di acqua. La Regione Liguria si è messa in contatto con tutti i sindaci dell’area interessata per agevolare il passaggio delle auto sulla viabilità ordinaria.

Grande la paura vissuta anche da chi non è rimasto direttamente coinvolto. “Si era creato il panico, famiglie con bambini che piangevano, e anche qualche adulto – racconta sulla nostra pagina Facebook Maria Marrazzo -. Non si riusciva a capire cosa fosse successo, le persone che correvano terrorizzate dicevano di aver sentito lo scoppio, per fortuna e grazie a Dio dopo i primi minuti di panico siamo riusciti a portare fuori dalla galleria la macchina e tornare indietro”. Antonella Del Vecchio racconta: “È stata una bruttissima esperienza. Dopo una giornata di mare c’eravamo anche noi sotto quella galleria. Vedere correre tutti a piedi uscendo fuori dalla galleria è stato veramente brutto”.

“All’uscita obbligatoria di Nervi, venendo da Ventimiglia, Autostrade per l’Italia non ha nemmeno aperto i caselli causando ingorghi e ulteriori pericolosi rallentamenti e chiaramente rallentando anche i mezzi di soccorso, la pubblica sicurezza e chiunque si muova in quel tratto – è quanto denuncia invece un utente del gruppo Telegram Viabilità Genova – Rinunciare per 3-4 ore a riscuotere i pedaggi gli sembrava troppo, dopo gli ulteriori aumenti di pedaggio di questo anno”.

Pesantissime sono state anche le ripercussioni sulla viabilità ordinaria: una lunga coda si è formata in Aurelia in direzione del capoluogo. Forti rallentamenti anche in corso Europa a Genova prima del casello autostradale di Nervi. E intorno alle 22.30, come se non bastasse, un camion che trasportava cavalli è rimasto incastrato in via Oberdan a Nervi. La strada è stata chiusa, con ulteriori ricadute sulla circolazione dell’asse pedemontano. Autostrade in serata aveva consigliato agli utenti di non mettersi in viaggio nelle zone interessate dalle chiusure.

Sono in tutto 37 le persone portate in ospedale dopo il rogo in galleria. Il ferito più grave è l’autista del pullman costretto a ricorrere alla camera iperbarica perché è stato l’ultimo a scendere dal mezzo assicurandosi di mettere in salvo tutti i passeggeri. Non ci sono invece ustionati a causa del fuoco.

Complessivamente 25 persone, per la maggior parte passeggeri del pullman, sono state assistite dal personale sanitario per intossicazione da fumo, tutti con elevati livelli di monossido di carbonio nel sangue. Al San Martino sono stati portati 19 pazienti: oltre al conducente c’erano anche un bambino di 9 anni e una donna incinta. Ulteriori 6 pazienti – quattro donne e due uomini – sono andati al pronto soccorso dell’ospedale Galliera, in attesa di un eventuale trasferimento al San Martino in camera iperbarica. Altre 12 persone sono state portate all’ospedale Villa Scassi in stato di shock, alcune con lievi sintomi di intossicazione.

Sul pullman c’erano diversi turisti di ritorno da un viaggio alle Cinque Terre. L’incendio, dovuto probabilmente al surriscaldamento del mezzo, è divampato intorno alle 17.30 all’interno della galleria Monte Giugo. Sul posto i vigili del fuoco di Genova che hanno spento le fiamme sprigionatesi dal mezzo, la polizia stradale e i tecnici di Autostrade. La galleria è lunga poco più di 1,6 chilometri e l’evacuazione del fumo è stata molto complessa. Del pullman è rimasto solo uno scheletro.

Incendio in A12, le immagini del pullman pieno di turisti che ha preso fuoco in galleria

Sul luogo dell’accaduto sono accorse in tutto due automediche e nove ambulanze della Croce Bianca, Croce Gialla, Croce Verde di Recco, Volontari del Soccorso di Ruta e Croce Verde di Camogli.

leggi anche
bandiera autista pullman incendio a12
Omaggio
Pullman in fiamme in autostrada, all’autista-eroe la bandiera di Regione Liguria donata
autostrade coda a12
Infernale
Incendio in A12, galleria chiusa: corsa contro il tempo per evitare un fine settimana da bollino nero

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.