Dati inail

Liguria, allarme Coldiretti: “+32% di denunce per malattie professionali nei primi mesi 2023”

Dato nettamente in crescita rispetto allo stesso periodo del 2022

pensionati coldiretti
Foto d'archivio

Liguria. Solo nei primi mesi del 2023 in Liguria è stato registrato un +32% di denunce per malattie professionali rispetto al 2022. I dati arrivano dall’INAIL che, in questo primo bilancio, registra altresì una diminuzione del 40% per le denunce di infortuni sul lavoro in tutte le sedi liguri.

Per quanto riguarda, invece, l’aumento delle malattie professionali, i dati, parlano chiaro: da gennaio a maggio 2023 sono state protocollate 561 richieste a fronte della 425 registrate lo stesso periodo dell’anno precedente. In provincia di Savona il settore più coinvolto è quello dell’agricoltura, seguito da industria e servizi, mentre la maggioranza delle patologie riguarda l’apparato muscolo-scheletrico e alcune forme tumorali.

In questo scenario, il patronato Èpaca Coldiretti si pone l’obbiettivo di sensibilizzare il mondo del lavoro e far conoscere le opportunità di indennizzo economico. “Chi non è tutelato dall’INPS – spiega Laura Baricalla, Responsabile provinciale Èpaca Savona – deve sapere che in caso di malattia professionale ha diritto a un indennizzo. Troppo spesso, infatti, capita che agricoltori e lavoratori autonomi si trovino a convivere, senza risolverli, con problemi di salute proprio perché ignari delle opportunità a loro riservate di diritto”.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.