Trasloco

Il programma “W Rai2” di Fiorello cambia location, Marabello lancia la proposta: “Portiamolo a Ceriale”

"Penso al ritorno di immagine e al rilancio turistico ed economico che un programma televisivo come W RAI2 garantirebbe al nostro territorio"

Fiorello Viva Rai2

Ceriale. “Fiorello è in cerca di una location per W RAI2? E perché non candidare una città della Liguria? Magari la mia Ceriale nel savonese”. A lanciare la proposta è Fabrizio Marabello, responsabile per la Liguria di “CulturaIdentità” il quale, dopo aver appreso dai media nazionali la notizia del “trasloco” del famoso programma televisivo di Rosario Fiorello da via Asiago nel quartiere romano di Prati, non si è fatto sfuggire l’occasione e ha scritto al presidente di “CulturaIdentità” Edo Sylos Labini per interessare i vertici della RAI.

Il programma, definito da Fiorello come un autentico mattin show, a metà strada tra la rassegna stampa e il varietà, consiste nel commento ironico e satirico di fatti e notizie del giorno raccolte attraverso i giornali cartacei e le testate online, contornato da una moltitudine di rubriche, gag, sketch ed esibizioni musicali. Al centro le notizie, i fatti accaduti e quelli che accadranno, commentati in stile ironico e pungente ma sempre all’insegna della leggerezza e del buonumore. Un condensato di momenti di varietà, dal ritmo elevato: musica, canzoni, balletti, duetti, gag con ospiti e compagni di gioco, un cast comunque in continua evoluzione che, giorno dopo giorno, vedeva sempre nuovi protagonisti.

Set della trasmissione è uno studio di plexiglas, chiamato glass box, una struttura sormontata da un terrazzino, principalmente utilizzato per le performance musicali. Gran parte del programma è anche realizzata on street, in esterna, nella strada pubblica. Tale modalità ha scaturito il malumore di alcuni residenti della zona interessata al punto che oggi la produzione sta cercando una nuova location.

“La Liguria ha molti spazi suggestivi che si affacciano sul mare lontani dalle abitazioni ma pur sempre in centro abitato. Penso, ad esempio, a piazza Eroi della Resistenza a Ceriale ma soprattutto penso al ritorno di immagine e al rilancio turistico ed economico che un programma televisivo come W RAI2 garantirebbe al nostro territorio”, afferma Marabello.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.