Contributi

Dalla Regione 3 milioni di euro per bonus badanti e baby sitter: ampliata la platea dei beneficiari

Le domande potranno essere presentate dal 24 luglio

Generica

Liguria. Via libera della Regione Liguria alla misura del ‘Bonus Badanti’ (quarta edizione) e del bonus baby sitter (terza edizione) per un valore complessivo di 3 milioni di euro a valere sul PR FSE+ 2021-2027 (2 milioni per il bonus badanti e 1 milione per il bonus baby sitter).

Le domande potranno essere presentate dal 24 luglio 2023 e fino al 30 settembre 2023 o comunque fino a esaurimento delle risorse disponibili. Lo ha deciso ha Giinta regionale, su proposta degli assessori alle Politiche socio sanitarie Giacomo Giampedrone, alla Tutela dell’infanzia Simona Ferro e alla Formazione e Fse Marco Scajola.

L’importo per il Bonus per l’assunzione di babysitter è fissato in 350 euro mensili. L’importo del Bonus per l’assunzione di badanti è fissato in 500 euro mensili, che diventano 150 in caso di persone già beneficiarie del Fondo Regionale per la Non Autosufficienza.

“Il nostro obiettivo – spiega l’assessore alle Politiche Sociali Giacomo Giampedrone – è quello di alleggerire le famiglie con bambini e/o persone non autosufficienti a casa (non inseriti in strutture residenziali) relativamente alle spese connesse all’assunzione di baby sitter o badante, favorendo la possibilità ai genitori di permanere o reintrodursi nel circuito lavorativo, offrendo le condizioni per proseguire o intraprendere un’attività lavorativa o percorsi di formazione professionale o istruzione. Nel caso del bonus badanti incrementare il numero di persone non autosufficienti che potranno ricevere assistenza indiretta, al fine di garantire agli stessi la necessaria assistenza personale per il mantenimento presso il proprio domicilio. Da quest’anno potranno presentare domanda anche gli ultra 95enni anche in assenza di invalidità e chi ha avuto un rapporto di lavoro con una badante durante il 2023, già concluso al momento della domanda, ma non aveva fatto precedentemente richiesta del bonus”.

“Con grande soddisfazione rendiamo realtà la quarta edizione della misura ‘Bonus Badanti’ e la terza di ‘Bonus Baby Sitter’ con l’obiettivo di aiutare le famiglie liguri nella gestione dei figli o degli anziani non più autosufficienti – dichiara l’assessore alla Tutela e Valorizzazione dell’Infanzia Simona Ferro -. Ci tengo a sottolineare che, per quanto concerne i baby sitter, le mansioni potranno essere svolte anche in contesti extra scolastici compresi i centri estivi e che potranno fare richiesta i genitori di minori fino a 14 anni o 18 se disabili. Dopo i 3,3 milioni di euro messi in campo per i voucher centri estivi proponiamo dunque un’ulteriore importante misura in favore dei più piccoli che darà, di riflesso, un appoggio concreto a tanti cittadini”.

“Attraverso il Fondo Sociale Europeo anche quest’anno riusciamo ad aiutare concretamente molte famiglie liguri – dichiara l’assessore regionale Marco Scajola -. Inoltre la Regione contribuirà, tra l’altro, ad agevolare i genitori di bambini e ragazzi con gravi disabilità a sostenere i costi d’iscrizione ai centri estivi. Mediante il Fondo Sociale Europeo, pertanto, stiamo intervenendo su più fronti in base alle esigenze delle nostre comunità per dare supporto, a 360 gradi, alle famiglie e garantendo a tutti, pari opportunità e un significativo miglioramento della qualità della vita”.

CHI PUÒ PRESENTARE LA DOMANDA PER IL BONUS BADANTI?

Il bonus è finalizzato a garantire un sostegno diretto alle persone adulte e anziane disabili e/o non autosufficienti, che provvedono alle proprie necessità avvalendosi dell’assistenza di un/una badante assunto/a dagli stessi o da un parente/affine entro il terzo grado o dall’amministratore di sostegno.
Possono presentare domanda le persone: a) di età superiore ad anni 18; b. non inserite in strutture residenziali; c) con ISEE sociosanitario della persona che necessita di badante non superiore a 35mila euro; d) con invalidità civile riconosciuta al 100% o riconoscimento L. 104/92; e) ultra-novantacinquenni anche in assenza di riconoscimento di invalidità; f) residenti in un comune della Liguria; g) non beneficiarie delle misure regionali per la non autosufficienza: Vita Indipendente, Gravissima disabilità, Dopo di Noi.

CHI PUÒ PRESENTARE LA DOMANDA PER IL BONUS BABY SITTER?

Possono presentare domanda i genitori di minori fino ad anni 14 (presenti nel nucleo familiare del genitore richiedente), o fino ad anni 18 se disabili, con ISEE del nucleo familiare non superiore a 35mila euro e residenti in un Comune della Liguria.
Il/la babysitter può svolgere le sue mansioni anche in contesti extra scolastici, ivi compresi i centri estivi o altre strutture ove l’accesso del/della baby sitter sia consentito dalla struttura medesima.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Gli interessati devono presentare domanda accedendo al sistema Bandi on line dal sito internet www.filse.it, oppure dal sito filseonline.regione.liguria.it,
Potranno essere rimborsate le spese per badanti e/o baby sitter sostenute a fare data dal 01/01/2023, quindi con effetto retroattivo.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.