Replica

Esposto in Procura, la replica del Comune di Albenga: “Non risultano malfunzionamenti degli impianti”

“Nei prossimi giorni, comunque, si terrà un incontro in presenza tra tutti gli enti coinvolti”

Albenga. “Non risultano malfunzionamenti degli impianti”. È questa la presa di posizione del Comune di Albenga, dopo un confronto con Aps e Sca, in relazione all’esposto sul presunto disservizio della depurazione primaria arrivato da un privato cittadino ed indirizzato anche ad Arpal in merito a possibili verifiche e accertamenti tecnici sotto il profilo ambientale.

Di seguito, la replica integrale del Comune di Albenga: “Da più di 5 anni c’è un gestore unico, identificato dalla Provincia, per il ciclo integrato delle acque che è APS e un gestore operativo che è SCA. Questi hanno le competenze per poter garantire il corretto funzionamento degli impianti”.

“Arpal effettua controlli periodici sul territorio. L’ultimo prelievo a mare risale a circa tre giorni fa e non ha rilevato alcun problema e quindi non è stato emesso alcun divieto di balneazione. I contatti sia con SCA che con APS sono continui ed abbiamo richiesto ulteriori controlli e accertamenti. Abbiamo inoltre provveduto ad aggiornare la Provincia su quanto riferitoci dai gestori, cioè che non risultano mal funzionamenti degli impianti”. 

“Detto questo nei prossimi giorni si terrà un incontro in presenza tra tutti gli Enti coinvolti. Per quel che concerne la depurazione ricordiamo che nel 2020 è stato attivato l’impianto di Viale Che Guevara – obiettivo al quale siamo arrivati grazie ad un percorso iniziato già dall’Amministrazione Cangiano  – che ha permesso la depurazione del 75% della città. Questo importante risultato è stato raggiunto nonostante i consiglieri di minoranza di allora, che peraltro in parte sono gli stessi che oggi dichiarano la situazione inaccettabile, si siano in più di una occasione scagliati contro il depuratore e siano gli stessi, per giunta, che erano in amministrazione quando era da discutere la realizzazione di un depuratore nel comprensorio, depuratore che poi non è stato fatto”.

“Come Comune abbiamo inoltre dato impulso all’iter per arrivare al collettamento di Vadino e delle frazioni (arrivando al 100% della depurazione) coinvolgendo gli Enti di competenza. In particolare: il 2 febbraio 2021 l’ing. Angelo Gallea ha presentato al Comune di Albenga e ad APS il progetto relativo al completamento della depurazione della Città delle Torri; a marzo 2021 lo stesso è stato protocollato in Provincia (Ente d’ambito); da qui l’apertura della conferenza dei servizi che ha permesso di candidare il progetto – rivisitato e revisionato – al bando per accedere al finanziamento dei fondi PNRR”.

“Siamo attualmente in attesa che gli Enti gestori procedano in tal senso perché, per noi, la depurazione completa delle acque è davvero una priorità”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.