A milano

Savona, il Mazzini-Da Vinci tra i 24 istituti partecipanti alle Olimpiadi della Stampa

Durante l'evento, è stato approfondito lo studio delle Arti Grafiche, gli studenti sono stati impegnati in differenti sfide

Savona. Nelle giornate del 13 e 14 maggio, una squadra di alunni composti dalle classi 3 e 4^ dell’indirizzo design della comunicazione visiva e pubblicitaria dell’Istituto Mazzini- Da Vinci, rappresentati dai docenti di indirizzo prof.ri Bacchiarello e Crudele si sono ritrovati a competere insieme ad altri 24 istituti sul futuro del loro mestiere, sulla loro passione e competenza, grazie all’iniziativa promossa da Argi – Associazione Fornitori Industria Grafica in collaborazione con ENIP-GCT, Ente Nazionale Istruzione Professionale Grafica, Cartotecnica e Trasformatrice nella città metropolitana di Milano

Le Olimpiadi della Stampa, oltre a promuovere e valorizzare il merito, hanno incentivato e approfondito lo studio delle Arti Grafiche, elemento essenziale della formazione di ogni studente e base indispensabile per l’acquisizione e la crescita di tutte le conoscenze e le competenze necessarie per l’inserimento professionale nelle industrie.

Gli studenti sono stati impegnati in differenti sfide: attualità e cultura generale, tecnologia pratica (grafica, stampa e cartotecnica), abilità creativa e ludico-sportiva

Gli studenti Riccardo G. e Mattia L.: “Grazie a questa competizione e ai docenti che ci hanno trasmesso il valore di questa esperienza, siamo più motivati ad aver scelto l’istituto professionale, il confronto con altri 24 istituti e i con i partner, grandi colossi del mondo grafico che ci hanno fatto conoscere aziende come Canon, Fujifilm, Epson e Italia grafica, ci hanno fatto approcciare a un nuovo contesto innovativo, oltre che a sviluppare un nuovo modo per pensare e crescere”.

Teresa G. e Helen V. dicono: “Questo percorso ci ha fatto comprendere quanto anche le realizzazioni più pratiche abbiano alla base il talento. Crediamo che le competizioni che incontrano varie sfere sensoriali siano per noi un nuovo modo di migliorare il nostro percorsi di studi”.

Sara E. commenta: “Il Mazzini è essere seguiti nelle proprie scelte e non cedere davanti alle difficoltà che comunque, sempre in modo inaspettato, possono capitare a tutti”.

“Le Olimpiadi della Stampa sono state pensate e realizzate fin dalla prima edizione per creare un momento sano di aggregazione tra ragazzi provenienti da diverse realtà in un clima meraviglioso e divertente per tutti: partecipanti, organizzatori, giuria e pubblico. Vengono messe alla prova non solo la cultura tecnologica o la competenza tecnica per preparare un progetto grafico, ma anche la voglia di lavorare in team e condividere la stessa passione, in un ambiente diverso da quello della scuola. L’intervento di alcuni esperti del settore arricchisce e rende l’evento di elevato spessore”, ha aggiunto Silvano Bianchi.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.