Celebrazione

Il 25 maggio l’intitolazione del nuovo “Viale Emanuela Loi” ad Albissola in onore dell’agente della scorta di Borsellino morta nella strage

L'iniziativa si inserisce nel Memorial Day 2023 nel 31esimo anniversario delle stragi di Capaci e via D'Amelio. Ci sarà anche un concerto per l'occasione

Nuova strada località Galaie Albissola

Albissola Marina rende omaggio a Emanuela Loi, agente di polizia della scorta del magistrato Paolo Borsellino, morta nella strage di via D’Amelio a Palermo nel 1992. A lei, giovedì 25 maggio, l’intitolazione della “nuova” strada in località Galaie.

Il tratto di strada che le verrà intitolato quello che inizia dall’intersezione tra via delle Rogazioni e via delle Industrie fino all’intersezione tra viale Faraggiana e via Sansobbia, in prossimità del sottopasso ferroviario, in località Galaie. Prenderà il nome di “Viale Emanuela Loi”.

La cerimonia ufficiale si terrà nella mattina di giovedì alle 11,30. L’intitolazione avverrà sul posto alla presenza delle autorità civili e dei militari. La cittadinanza è invitata a partecipare.

L’evento si inserisce così nel Memorial Day 2023 nel 31esimo anniversario delle stragi di Capaci e via D’Amelio, che si trasforma in un’occasione per celebrare tutte le vittime del terrorismo, della mafia e di ogni forma di criminalità.

Il giorno prima, 24 maggio, ci sarà anche alle ore 21 il concerto “Dedicato ad Emanuela Loi e alle Vittime del Dovere” a cura del coro lirico polifonico Giuseppe Manzino. Ci sarà anche un consort di flauti dolci dell’Accademia Teresiana di Savona presso l’Oratorio di San Giuseppe, in piazza della Concordia, sempre ad Albissola Marina.

L’iniziativa è stata avanzata del SAP, sindacato autonomo polizia, e accolta dal Comune di Albissola con la seguente motivazione: “L’amministrazione comunale è impegnata da anni nella promozione di campagne di sensibilizzazione sui diritti e doveri dei cittadini, nella prevenzione ed educazione alla legalità. Emanuela Loi – medaglia d’oro al valore civile -, preposta al servizio di scorta del giudice Paolo Borsellino, pur consapevole dei gravi rischi cui si esponeva a causa della recrudescenza degli attentati contro rappresentanti dell’ordine giudiziario e delle Forze di Polizia, assolveva il proprio compito con grande coraggio e assoluta dedizione al dovere. Barbaramente trucidata in un proditorio agguato di stampo mafioso, sacrificava la vita a difesa dello Stato e delle istituzioni”.

Il progetto è nato anche grazie alla scuola Giovanni Falcone di Loano. Il Giardino della Legalità, il Cippo ai Caduti, il Murales dedicato a Falcone e Borsellino sono altre espressioni realizzate da questa scuola che vuole condurre i giovani a vivere secondo i valori della legalità.

leggi anche
Generico gennaio 2023
Arredo urbano
Albissola, prosegue la riqualificazione in località Galaie: installate due nuove opere d’arte

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.