Accordo

“Guida mare accessibile”, approvato schema protocollo di intesa per tutelare i diritti delle persone con disabilità

"La Guida Mare Accessibile 2023 è solo il primo passo per poter rendere accessibili a tutti le nostre splendide spiagge"

scaletto senza scalini

Liguria. La Giunta regionale, su proposta dell’assessore al Turismo, dell’assessore al Demanio Marittimo e dell’assessore alle Politiche socio sanitarie, ha approvato lo schema di protocollo di intesa tra Regione Liguria, Inail, Consulta Regionale per la tutela dei diritti della persone con disabilità, Associazione italiana sclerosi multipla e Agenzia In Liguria finalizzato all’aggiornamento del censimento delle spiagge libere attrezzate e degli stabilimenti balneari presenti sul territorio regionale per la realizzazione e la promozione di una “Guida Mare Accessibile 2023”.

Le strutture balneari saranno censite in base al grado di accessibilità: presenza/assenza di barriere architettoniche, parcheggi riservati, servizi igienici adatti a persone in carrozzina, servizio bar/ristorante accessibili, accesso diretto al mare con ausili per persone con ridotta mobilità.

Si darà corso ad azioni finalizzate ad ampliare la fruizione accessibile ed inclusiva del nostro mare ai residenti e ai turisti con disabilità. La Guida Mare Accessibile 2023 sarà veicolata attraverso i siti istituzionali dei soggetti partecipanti, in particolare il sito e l’app Lamialiguria.

“La Guida Mare Accessibile 2023 è solo il primo passo per poter rendere accessibili a tutti le nostre splendide spiagge: stiamo andando incontro ad un turismo inclusivo che occupa un segmento di mercato sempre più in espansione. Sono molto contento della fattiva collaborazione tra Regione, Inail, Consulta Regionale per la tutela dei diritti delle persone con disabilità, Aism e Agenzia In Liguria che ci consente di intensificare la promozione anche attraverso tutti i canali digitali a nostra disposizione”, dichiara l’assessore regionale al Turismo.

“Fondamentale per la Regione garantire servizi per le persone con disabilità – spiega l’assessore al Demanio Marittimo – e con l’avvio della nuova stagione dobbiamo essere pronti per proporre un’offerta turistica e assistenziale accorta e strutturata. Coniugare, pertanto, servizi e fruibilità non è solo un dovere nei confronti delle persone diversamente abili ma è anche un sostegno agli imprenditori balneari e dell’indotto impegnato a far fronte con professionalità alla domanda turistica crescente. In questi anni abbiamo investito molto per attrezzare le nostre coste e la nostra Liguria – conclude l’assessore – che è meritatamente tra le principali mete turistiche internazionali non solo per la bellezza del territorio, la ricchezza del patrimonio artistico e la notorietà della tradizione culinaria, ma anche per il trend crescente dei servizi alle persone con disabilità”.

“Un altro passo importate per rendere la nostra Regione sempre più inclusiva – afferma l’assessore alle Politiche socio-sanitarie – la morfologia della nostra costa non sempre agevola chi vuole trascorrere delle piacevoli ore al mare, proprio per questo motivo la Guida Mare accessibile 2023 è uno strumento essenziale che offrirà ai Liguri e ai tanti turisti la garanzia di trovare spiagge e stabilimenti in grado di accoglierli rispondendo alle diverse necessità. Credo che sia fondamentale creare sempre più opportunità inclusive in ogni contesto, abbiamo infatti deliberato contestualmente un bando per la realizzazione di attività mirate all’accoglienza e all’accompagnamento al mare delle persone con disabilità. Un finanziamento di 50.000 euro che saranno ripartite tra le 5 migliori proposte progettuali che verranno implementate sul territorio ligure”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.