Paesaggio surreale

Caligo arriva anche nel savonese: la nebbia di mare avvolge la costa da Albenga a Varazze

E' arrivata in serata ma il fenomeno è un po' fuori stagione

Generico maggio 2023

Savonese. Da Albenga a Varazze, è arrivato anche sulla costa del savonese caligo, la nebbia di mare tipica in realtà del cambio di stagione tra inverno e primavera più che di maggio. Una densa coltre è risalita dal mare e ha avvolto molte località costiere creando un paesaggio surreale. Quest’anno è già la seconda volta che accade.

Come si forma questo fenomeno che questa sera ha raggiunto a macchia d’olio anche il genovese e l’imperiese? L’acqua marina al contatto con l’aria mite in scorrimento sopra la superficie evapora e tende a condensare rapidamente formando piccolissime gocce di vapore. Se la temperatura dell’aria raggiunge il punto di rugiada si forma la nebbia, che viene sospinta sulle coste dalle brezze di mare.

Generico maggio 2023
Scattata da Stefano Capurro tra Albissola e Savona

Ma perché si chiama così? E, soprattutto, è maschile o femminile? A spiegarlo a Genova24 era stato, prima della scomparsa, Fiorenzo Toso, arenzanese, già professore ordinario di linguistica all’Università di Sassari: “È un termine tecnico marinaresco. La parola è di origine latina e colta, infatti riprende il nominativo, e risale alla tradizione nautica medievale“. Dal latino caligo, caliginis deriva infatti l’italiano caligine, non molto usato ai nostri tempi per la verità.

Ma si dice il caligo o la caligo? “Dovrebbe essere di genere femminile in base alla sua etimologia (cālīgo), e così suona in italiano, ma comprensibilmente nella nostra lingua è passata al maschile, o caligo“, aveva chiarito il docente. Insomma, sono corretti sia il maschile sia il femminile.

La foto in copertina è stata scattata ad Albenga da Luca Ferrara

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.