Effetti

Superbonus, PD e M5s: “In Liguria a rischio 5mila posti di lavoro e almeno mille cantieri”

Non si placano le polemiche politiche sui crediti fiscali: battaglia contro la misura del governo

cantiere

Liguria. “Con il decreto legge che cancella la possibilità dello sconto in fattura e l’accessione dei crediti fiscali, il governo Meloni sta affossando l’edilizia. E’ una decisione senza mezzi termini contro il lavoro, contro l’ambiente e contro un settore centrale per l’economica, che dopo mesi e mesi di cambi e modifiche della normativa si aspettava maggiori certezze, invece che una chiusura totale. L’impatto in Liguria è enorme: 900milioni di crediti incagliati; oltre 5.000 lavoratori a rischio e 1.000 cantieri, per il comparto privato, mentre per l’edilizia popolare pubblica si parla di perdere oltre 150milioni di euro”.

Così il capogruppo del Partito Democratico Luca Garibaldi sulla cancellazione da parte del governo Meloni del Superbonus 110%.

“Chiederemo una convocazione urgente dei sindacati edili, delle associazioni di categoria per capire quali misure si potranno mettere in campo per limitare gli impatti delle scellerate decisioni della destra”,

“Un disastro vero e proprio che coinvolge oltre 40 mila imprese con 150 mila addetti e centinaia di migliaia di famiglie che avevano previsto la possibilità dell’uso di questa misura. Se il governo continua su questa strada – prosegue Garibaldi – rischiamo ricadute non solo occupazionali, ma anche di credibilità e di fiducia rispetto ai molti che si sono fidati delle regole che lo Stato ha dato, trovandosi poco dopo in una situazione complicata e insostenibile: dimostrando ancora una volta che quando la destra è all’opposizione, a parole, si schiera a favore dell’impresa, ma quando è al governo non fa altro che affossarla”.

“Da domani il Superbonus lo potranno avere solo i ricchi. Chi ha quindi già la capienza fiscale potrà farne richiesta, e invece chi forse ne avrebbe avuto maggior bisogno, con queste nuove regole, non potrà usufruirne. E questo vale per ogni intervento, come ad esempio il Sismabonus. Il Superbonus 110% nasce come misura per incentivare il settore edile, in forte crisi, per consentire di riqualificare energeticamente edifici e condomini che difficilmente avrebbero potuto accedere alle vecchie forme di incentivo”.

“Lo strumento aveva dei limiti di impostazione, mancava un tetto massimo degli interventi annuali, era necessaria una migliore definizione dei soggetti che potevano gestirli, regole certe sulla circolazione dei crediti. Sicuramente, però, è stato anche un grande successo che ha generato, secondo i dati Nomisma un valore economico di 124,8 miliardi di euro, pari al 7,5 del Prodotto Interno Lordo (PIL) del Paese. Ora invece si lasciano nell’incertezza imprese e famiglie e irresponsabilmente si rischia di portare al blocco del settore”, conclude Garibaldi.

“In Liguria, imprese, associazioni di categoria e maestranze sono in allarme: per molti si sta profilando il fallimento. Per migliaia di famiglie il blocco si traduce inoltre in perdite incalcolabili, avendo in molti ipotecato la casa per fare i lavori o investito risparmi e/o il Tfr” rincara il M5s

I portavoce liguri Luca Pirondini e Roberto Traversi fanno sapere di essere all’incontro con i rappresentanti delle categorie imprenditoriali, datoriali e sindacali, che si è tenuta oggi nell’Auletta dei Gruppi parlamentari della Camera con la delegazione del M5S guidata dal presidente Giuseppe Conte.

“All’incontro sul tema Superbonus hanno partecipato una ventina di sigle, tra cui Ance, Fipe, Finco, Confartigianato, Confcommercio, Confedilizia, Confimi e Confindustria. Presenti, inoltre, i segretari dei sindacati di settore Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil”, informano Pirondini e Traversi.

Hanno partecipato una quarantina di parlamentari pentastellati, insieme ai vertici del Movimento 5 Stelle: presenti i vicepresidenti Gubitosa e Ricciardi, i capigruppo alla Camera e al Senato, Silvestri e Floridia, e i parlamentari coinvolti direttamente sul tema come Patuanelli, Santillo e Fenu.

Più informazioni
leggi anche
cantiere edile casa
Preoccupazione
Superbonus, Fabio Becchi (Fiaip): “Pesanti ricadute anche sul mercato immobiliare”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.