Furto con destrezza

Ruba oggetti in un bar poi un cappotto da 200 euro in un negozio a Pietra: 45enne denunciata

I furti sono avvenuti presso il bar “Fuori Orario” e il “Bazar”: individuata e fermata dai carabinieri

Carabinieri cc carabinieri auto carabinieri auto cc

Pietra Ligure. Al termine di una rapida attività d’indagine, i carabinieri della Stazione di Pietra Ligure, hanno identificato e denunciato a piede libero per furto con destrezza alla Procura savonese, una donna 45enne laiguegliese. Il 21 novembre scorso, dopo aver provato un cappotto all’interno di un camerino del negozio il “Bazar” di Pietra Ligure, lo aveva nascosto all’interno di una borsa allontanandosi senza pagare.

Secondo gli accertamenti dei carabinieri, inoltre, prima di entrare all’interno del negozio, la donna aveva rubato anche all’interno del vicino bar “Fuori Orario”. In questo caso però, il titolare l’aveva sorpresa con alcuni oggetti nascosti nella borsa, obbligandola alla restituzione e riuscendo, anche se solo in parte, ad identificarla attraverso le fotografie di un documento di identità fatte con il suo cellulare.

I militari di Pietra Ligure, a questo punto, raccolti tutti gli elementi, sulla base delle descrizioni fornite dai testimoni e dall’analisi delle immagini delle telecamere di sorveglianza cittadine, sono riusciti ad individuare l’autrice del furto intenta, nella data e nell’ora precisa, a giungere in negozio e uscire dopo pochi minuti, celando il capo nella borsa. Quindi, incrociando i dati con alcune banche dati delle Forze di polizia e con i suoi profili sui social network, in breve è stata identificata e attraverso l’individuazione fotografica è stata riconosciuta anche dalla titolare del negozio.

Con l’esecuzione di un decreto di perquisizione concesso dall’A.G. Savonese presso il suo domicilio, è stato recuperato il capo di abbigliamento rubato, del valore di circa 200 euro, trovato all’interno di un armadio di casa, con ancora attaccata l’etichetta del negozio. 

L’operazione “dimostra l’attenzione dell’Arma locale nel prevenire e reprimere i reati predatori, in particolare verso gli esercizi commerciali. Invitiamo quindi i cittadini, in caso di necessità reale o presunta, a recarsi presso un Comando dell’Arma o a non esitare a chiamare il ‘112’ quando si verificano queste situazioni. Il numero è gratis e noi sempre pronti ad aiutarvi”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.