Novità

Mountain bike, a giugno torna la Finale Outdoor Region: ci sarà anche una gara di cross-country

Si aggiungerà alle competizioni di enduro e e-enduro, il finalese ospiterà dunque ben tre discipline

Finale Outdoor Region

Finale Ligure. L’Union Cycliste Internationale (UCI) e Warner Bros. Discovery (WBD) hanno da pochi giorni ufficializzato le nuove UCI Mountain Bike World Series, che includeranno la UCI Mountain Bike World Cup per il cross-country olimpico (XCO), il cross-country short track (XCC), il cross-country marathon (XCM), il downhill (DHI), l’enduro (EDR) e l’E-enduro (E-EDR).

Le UCI Mountain Bike World Series riuniranno per la prima volta tutti i principali formati della mountain bike sotto un unico marchio. La UCI Mountain Bike World Cup sarà l’apice di questa nuova struttura, che consentirà a tutti i formati di prosperare in modo indipendente, ma anche di affiancarsi in occasione di gare selezionate e di offrire agli atleti e alle squadre un’ulteriore esposizione.

Le UCI Mountain Bike World Series offriranno opportunità anche ai dilettanti e a coloro che cercano di entrare nel mondo dell’Elite. Le gare amatoriali XCM, EDR ed E-EDR in alcuni eventi consentiranno ai dilettanti di gareggiare al fianco degli atleti professionisti, fornendo al contempo un chiaro percorso verso il livello più alto di questo sport per gli aspiranti atleti alla ricerca di punti di qualificazione per avanzare nei ranghi Elite.

Con una delle più grandi emittenti sportive del mondo dietro le UCI Mountain Bike World Series, ci sarà una copertura in diretta e più modi di seguire le gare che mai. Gli eventi UCI World Cup XCO, XCC e DHI delle UCI Mountain Bike World Series saranno disponibili in diretta e on-demand su discovery+ (streaming disponibile su discovery+ in Austria, Danimarca, Finlandia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Norvegia, Svezia, Regno Unito e Irlanda), sull’App Eurosport e a livello globale su GCN+. La UCI World Cup XCM, EDR e E-EDR beneficerà di Highlights Show approfonditi a ogni tappa. Altre modalità di visione saranno annunciate nei prossimi mesi.

Il presidente dell’UCI David Lappartient ha dichiarato: “La popolarità globale della mountain bike è in crescita e, combinando tutti i suoi principali format e le gare per Elite e dilettanti in un’unica grande serie, aumenteremo ulteriormente l’appeal di questa disciplina. Con la sua atmosfera da festival, il mix di gare e la copertura live ampliata, l’UCI Mountain Bike World Series offre un’esperienza fresca e accattivante per gli atleti, i fan incalliti e i nuovi arrivati nella comunità della mountain bike”.

Chris Ball, CEO di ESO Sports, ha dichiarato: “Creando un’unica piattaforma globale che unifica i principali formati di gara con lo status di Coppa del Mondo UCI per la prima volta, la nuova UCI Mountain Bike World Series consentirà anche l’integrazione e la crescita di eventi amatoriali, di percorso e di festival per le gare di Coppa del Mondo UCI. “Il nostro obiettivo a lungo termine è quello di elevare i principali formati di gara della Coppa del Mondo UCI, portando gli atleti e le squadre a un nuovo livello. Vogliamo anche mantenere la capacità di intrattenere e coinvolgere gli appassionati di mountain bike a tutti i livelli. Il futuro è incredibilmente eccitante e siamo onorati di inaugurare una nuova era di questo sport”.

Ma cosa significa tutto ciò per la Finale Outdoor Region?

Dopo 10 edizioni di Enduro World Series in cui il nostro territorio ha ospitato per ben 6 anni la finale del Campionato incoronando i Campioni della disciplina, per 3 anni la gara dedicata alle mountain bike a pedalata assistita e per due anni l’emozionante Trofeo delle Nazioni, nel 2023 il livello delle competizioni ospitate nel Finalese crescerà ulteriormente e conseguentemente il livello di esposizione mediatica per il nostro territorio.

Oltre agli ormai tradizionali appuntamenti con l’enduro ed e-enduro che hanno reso il Finalese una meta indiscussa a livello internazionale per questi sport, con turisti, team e aziende che lo frequentano ormai tutto l’anno, la novità assoluta di quest’anno sarà il ritorno nel Finalese di una competizione cross-country, disciplina che nei lontani anni ‘90 ha contribuito a far entrare il Finalese tra le mete italiane dove fare mountain bike.

“La Marathon of Finale Outdoor Region, con un percorso di circa 100 km e 3000 mt di dislivello, sarà una grande vetrina per il territorio, in grado di parlare ad un pubblico differente da quello che oggi frequenta in nostri trail e di mettere in risalto zone della Region ancora poco conosciute o che negli anni sono state meno frequentate a favore di altre. Questa gara si sposa perfettamente con l‘idea di comprensorio che la Finale Outdoor Region rappresenta, con la sua incredibile varietà di percorsi, scenari e prodotti turistici, non in competizione ma complementari tra loro, per offrire al turista outdoor un’offerta sempre più completa e appagante.” ha dichiarato Enrico Guala, direttore marketing del Consorzio Finale Outdoor Region.

Altra grande novità per il territorio, il cambio di periodo in cui si svolgeranno gli eventi: se per anni Finale e il Finalese hanno rappresentato la chiusura della stagione agonistica, nel 2023 infatti le gare si terranno nella settimana che culmina con il weekend dal 2 al 4 giugno, una bella occasione per mostrare al pubblico internazionale e agli atleti il territorio in veste estiva, dando un forte messaggio delle possibilità turistiche outdoor in aggiunta alla classica stagione autunnale.

Il sito di riferimento della UCI Mountain Bike World Series appena rilasciato è https://ucimtbworldseries.com/ con sezione dedicata alla Finale Outdoor Region accanto alle più famose destinazioni mountain bike al mondo.

 

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.