Contrarietà

Immigrazione, nave Geo Barnets in arrivo. Benifei (Pd): “Approccio vergognoso del governo Meloni”

“Costringere una nave ad attraccare in un porto lontano 1200 km e a 100 ore di navigazione è semplicemente inumano”

Capitaneria Porto Soccorso Persona Mare Sicuro

Liguria. Il Governo Meloni ha assegnato il porto della Spezia alla Geo Barents, la ONG che ieri ha soccorso 69 migranti al largo della Libia.

Una scelta duramente attaccata dall’onorevole Brando Benifei, europarlamentare spezzino e capodelegazione PD al Parlamento europeo. “So che gli spezzini saranno aperti e pronti ad accogliere queste donne e questi uomini, ma costringere una nave ad attraccare in un porto lontano 1200 km e a 100 ore di navigazione è semplicemente inumano: l’ennesima punizione per chi ogni giorno si impegna a salvare le vite in mare”, ha dichiarato. “Questo approccio da parte del Governo Meloni deve finire, è una vergogna per l’Italia davanti agli occhi del mondo”, ha concluso Benifei. 

“La Spezia e i suoi abitanti accoglieranno nel migliore dei modi i migranti che arriveranno in porto sulla Geo Barents. Sono 130 persone, bambini, neonati, donne e uomini salvati in mare a 1200 chilometri da Spezia, bisognosi di cure, di assistenza, che a causa dell’insensato decreto naufraghi voluto dal governo Meloni – che proprio oggi è all’esame in commissione parlamentare e approderà in aula nei prossimi giorni – devono affrontare 100 ore di navigazione in più in condizioni di salute precarie. Dimostrazione della disumanità di questa misura, le cui conseguenze ricadono, come sempre, sui più fragili. Siamo di fronte a una chiara violazione delle norme di diritto che mettono al primo posto il salvataggio delle vite umane. Un provvedimento che ostacola l’attività di ONG e soggetti che  salvano vite in mare obbligandoli a cercare porti lontani rispetto alle aree di soccorso, facendo perdere tempo utile per salvare altre vite”, dichiara la deputata del Partito Democratico e segretaria regionale ligure Valentina Ghio.
“Spezia è la città di Exodus, nella storia di questa comunità non mancano esempi di solidarietà, accoglienza e umanità, auspichiamo che anche in questo caso la città sia all’altezza della sua storia. Parlando a nome mio e della comunità che rappresento dico che siamo disponibili a dare tutto il supporto necessario nelle forme e nei modi consentiti, in collaborazione con le autorità locali e competenti”, aggiunge Iacopo Montefiori segretario provinciale PD Spezia.
 “Siamo sicuri che la nostra città accoglierà al meglio chi arriverà qui dopo 100 ulteriori ed evitabili ore di navigazione, che le hanno esposte a un grave e altrettanto evitabile rischio, tenendo conto del fatto che sull’imbarcazione sono presenti 25 minori e 9 neonati. Un rischio su cui il governo non ha intenzione di intervenire, come si può dedurre dallo scellerato contenuto del decreto di questo governo in materia di Ong, ma su cui come PD abbiamo intenzione di tenere il faro puntato”, conclude Martina Giannetti capogruppo PD in Comune a Spezia.
leggi anche
migranti geo barenz
In arrivo
Geo Barents, Liguria pronta allo sbarco di 237 migranti. Giampedrone: “Accoglienza sarà regionale”
geo barents
A la spezia
Arrivata in Liguria Geo Barents, la nave con a bordo 237 migranti. Toti: “Orgoglioso della nostra solidarietà”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.