Eccellenza

Il Cersaa di Albenga al primo posto tra i laboratori europei per la diagnostica fitopatologica

Oltre 1.500 i certificati di analisi emessi ogni anno: ricerca applicata al servizio delle filiere agricole

Albenga. Il Centro di Sperimentazione Agricola della Camera di Commercio – Cersaa – ha ottenuto un altro riconoscimento importante, che premia il lavoro di ricerca applicata per le filiere agricole. Per il Cersaa, infatti, ha raggiunto il primato tra i laboratori europei di settore per la diagnostica fitopatologica.

E’ stato il Proficiency Test Inter-laboratory, organizzato dall’Istituto Europeo GEVES, che ha siglato il primato per l’azienda speciale della Camera di Commercio con sede in regione Rollo ad Albenga.

Nell’ambito della valutazione, in relazione ai parametri e standard europei, per il Cersaa massimo dei voti, considerando i risultati raggiunti nella lotta ai parassiti, nei trattamenti fitosanitari a impatto zero sulle coltivazioni e produzioni, con l’obiettivo di mantenerne l’originalità e autenticità, vero e proprio brand territoriale per le eccellenze agroalimentari e floricole.

Il CeRSAA ha, infatti, partecipato nel 2022 a due ring test, conseguendo in entrambi i casi il massimo punteggio (A). Il primo test ha verificato la capacità di identificazione del Tomato Brown Rugose Fruit Virus (ToBRFV), un patogeno vegetale recentemente giunto anche in Italia, dei laboratori partecipanti. Il secondo test, invece, ha verificato la capacità di riconoscimento di organismi fungini comunemente trasmessi tramite seme.

Il risultato ottenuto è la conferma per il CeRSAA della qualità del lavoro di analisi e diagnosi che quotidianamente esegue a favore delle imprese agricole, agroalimentari e agroindustriali liguri e italiane. Sono oltre 1.500 i certificati di analisi emessi ogni anno, che corrispondono ad oltre 6.000 analisi eseguite su altrettanti campioni, esaminati da un team di sei specialiste guidate dal dott. agr. Andrea Minuto e dalla dott.ssa Anna Paola Lanteri. La squadra si divide tra l’unità di diagnostica classica e quella di immunodiagnostica e biomolecolare e conta su alte professionalità nel campo della acquisizione e analisi di immagine, della microbiologia classica, delle biotecnologie applicate alla diagnostica vegetale.

Al termine del processo analitico, che inizia sempre da uno studio delle condizioni nelle quali il campione è stato generato, il passaggio finale per le imprese è l’interpretazione delle analisi, che, grazie a profonde competenze professionali del team di
diagnosi fitopatologica del CeRSAA, fornisce gli strumenti necessari alla difesa delle colture e delle produzioni.

E da ultimo, quando le cause dei danni che affliggono le aziende non sono legate a patogeni o parassiti, il laboratorio del CeRSAA, può contare sulle indagini chimiche analitiche di Labcam srl, estendendo quindi la capacità diagnostica dalle alterazioni biotiche a quelle abiotiche.

Il lavoro del laboratorio fitopatologico del CeRSAA va anche oltre, contribuendo a redigere strategie di difesa fitosanitaria, diffondendo un costante aggiornamento sulle tecniche originali e innovative, pubblicando lavori scientifici e collaborando nella stesura di manuali professionali.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.