Ricorrenza

I salesiani festeggiano san Giovanni Bosco a Varazze e Savona

Sarà ospite don Cameroni, postulatore per le cause dei santi

oratorio salesiani Varazze

Varazze/Savona. Nei prossimi giorni i salesiani della diocesi festeggeranno san Giovanni Bosco con una serie di iniziative. Venerdì 27 gennaio alle ore 21 a Varazze don Pierluigi Cameroni, postulatore generale per le cause dei santi per la Famiglia Salesiana, presenterà la Strenna 2023.

“Strenna” significa “dono” e la storia della Strenna è infatti la storia di un regalo destinato a tutto il mondo salesiano. Ogni anno il Rettor Maggiore, successore di don Bosco, scrive una strenna per guidare, ispirare e impegnare la congregazione e tutta la Famiglia Salesiana attraverso un particolare tema, invitando tutti a convergere sulla medesima riflessione sui passi del santo verso i bisogni dei giovani e della società di oggi.

Sabato 28 gennaio alle 11 nella Chiesa Maria Ausiliatrice, in via Piave, a Savona il vescovo emerito Vittorio Lupi presiederà la messa per i cento anni dalla nascita della Serva di Dio e salesiana cooperatrice Vera Grita (1923 – 1969). Domenica 29 gennaio alle 11 nella Collegiata Sant’Ambrogio Vescovo a Varazze si terrà la messa presieduta da don Cameroni, alle 12:30 in oratorio il pranzo di autofinanziamento e alle 15 nel teatro dell’oratorio lo spettacolo preparato dai ragazzi.

Lunedì 30 gennaio alle 18 nell’oratorio salesiano varazzino sarà celebrata la messa con il tradizionale rito della benedizione delle famiglie e la preghiera per tutti i malati. Infine martedì 31 gennaio alle 18 in oratorio sarà officiata la messa in occasione della memoria liturgica di san Giovanni Bosco con i giovani dell’Opera Salesiana.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.