Ricordo

Calizzano ricorda la notte di Valujki: il programma delle celebrazioni

Appuntamento sabato 28 gennaio

vaccarezza a calizzano

Calizzano. Sabato 28 gennaio per Calizzano e la sua comunità, non solo Alpina, sarà un’occasione molto particolare.

A spiegare le ragioni il sindaco Pierangelo Olivieri: “Grazie all’impegno ed alla passione del nostro Gruppo Alpini, con il supporto prezioso della sezione provinciale di Savona dell’Associazione Nazionale Alpini, si terrà la 14esima edizione della commemorazione di Valujki, nella ricorrenza dell’ottantesimo anniversario di quel 27 gennaio 1943, una delle giornate indimenticabili per tutta la nostra patria durante la ritirata di Russia”.

Come da tradizione consolidata, dopo l’ammassamento, Alpini, autorità militari, civili e religiose, rappresentanti delle associazioni in arma e delle associazioni tutte, partecipanti, raggiungeranno in sfilamento la chiesa di San Lorenzo per la funzione, officiata da dal vescovo della diocesi di Mondovì monsignor Egidio Miragoli; al termine lo sfilamento riprenderà e raggiungerà dapprima per gli onori a tutti i caduti il monumento in piazza Vittorio Veneto e proseguendo attraverso il ponte Divisione Cuneense il monumento agli Alpini, con una fiaccolata che vuole simbolicamente rievocare la marcia dei militari del tempo, culminando presso il piccolo sacrario, con il ricordo dei caduti, i cui nomi verranno chiamati uno ad uno.

“Quest’anno tra i numerosi ospiti istituzionali, avremo il grande piacere di avere il generale Marcello Bellacicco (già vice comandante generale delle truppe alpine), che prima dell’ammassamento ci intratterrà con una interessantissima relazione che ci racconterà, in modo molto dinamico e coinvolgente, un poco di storia dei nostri Alpini. Un pomeriggio speciale, di ricordo, ringraziamento, valori, conoscenza”.

Qui il programma completo.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.