Ironico

Albenga, Robello De Filippis (FdI): “Città ‘attraente’ per i campeggiatori (abusivi) che bivaccano nell’alveo del Centa”

"Se questo è il tanto declamato biglietto da visita di una cittadina che punta a diventare una località turistica d'élite, ha colpito nel segno"

Campeggiatori Abusivi Centa

Albenga. “Sentiment dei turisti in crescita per Albenga, ma lo è anche per spacciatori e senza fissa dimora. Aumenta infatti la presenza dei campeggiatori (abusivi) nell’alveo del fiume Centa. Indice di gradimento elevato testimoniato dai bivacchi che sorgono alla luce del sole giorno dopo giorno”. Bruno Robello De Filippis, segretario cittadino di Fratelli d’Italia, ha accertato una presenza in aumento di giacigli sparsi lungo il principale corso d’acqua albenganese in particolare a ridosso del ponte di regione Cavallo.

“Nel pieno centro del parco fluviale del Centa – sottolinea De Filippis – è sorto un nuovo campeggio con tanto di barbecue con attrezzature per rendere il bivacco più confortevole. Nel complimentarci con l’amministrazione del sindaco Riccardo Tomatis, speriamo a questo punto che la tassa di soggiorno venga riscossa anche dai nuovi campeggiatori del Centa considerato che siamo in un periodo dove si evince che cresce la tanto auspicata destagionalizzazione”.

“Se questo è il tanto declamato biglietto da visita di una cittadina che punta a diventare una località turistica d’élite, ha colpito nel segno. Appena oltre le mura medioevali di una città storica come Albenga ora sorge anche un parco vacanze fai da te. Proprio vicino al McDonald, vicino al centro storico dove imprenditori hanno investito e fatto nascere l’Albenga da bere e da mangiare, ci aspettiamo che venga inaugurato anche un ristorante per rendere ancora più confortevole il soggiorno di chi ha trovato un’oasi dove poter vivere una vacanza pagata con lo spaccio di droga”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.