Polemica

Albenga, Distilo: “La minoranza mette in cattiva luce la città? Ci pensa già la maggioranza”

"Si inventano inaugurazioni anche solo per lo spostamento di una panchina con tanto di fascia tricolore e orchestre al seguito"

Albenga porta comune municipio archivio

Albenga. “Ho letto con stupore che la maggioranza comunale attacca la minoranza accusando di voler mettere in cattiva luce la città di Albenga. Se qualcuno sta mettendo in cattiva luce la città sono proprio loro, anche per quanto riguarda l’illuminazione pubblica scarsa e quasi nulla, che con la loro pochezza amministrativa non danno alla nostra città le attenzioni che meriterebbe. Basta girare per la città e si può notare le buche presenti nelle strade e i marciapiedi distrutti per capire quanto questa amministrazione tenga ad Albenga”. A dirlo è il consigliere comunale Diego Distilo che replica alle dichiarazioni della maggioranza.

“Continuano a fare comunicati stampa ad ogni apertura di locale – prosegue – come se il merito fosse il loro e si inventano inaugurazioni anche solo per lo spostamento di una panchina con tanto di fascia tricolore e orchestre al seguito di fatto sabato inaugureranno la nuova pavimentazione della palestra di Leca, bellissimo intervento, ma non si è mai visto che un amministrazione riesca ad inventarsi l’inaugurazione anche sulle manutenzioni ordinarie”.

“La maggioranza vorrebbe una minoranza muta e supina ciò è ancora una volta confermato dal nuovo giornalino comunale che le famiglie stanno ricevendo dove non troveranno articoli della minoranza censurati dal Sindaco che allego per precisione. Un consiglio comunale difficile quello del parlamento ingauno. Il mio ruolo di Presidente del Consiglio e di Capogruppo di Aria Nuova per Albenga mi trova spesso a dovermi vestire e svestire dai ruoli cercando di svolgere ambedue le parti in maniera corretta. Non è facile gestire la situazione ma purtroppo a causa degli accordi non mantenuti dal Sindaco Tomatis per la creazione della società multiservizi il mio ruolo è passato in minoranza”.

“Oggi questa amministrazione comunale, dopo l’uscita dell’ex Assessore Vespo e la nostra posizione, non ha più la maggioranza popolare se si pensa che ‘avevamo’ vinto con 200 voti di scarto e l’assessore Vespo aveva preso circa 350 voti mentre noi circa 1500 mi dite dove sta la maggioranza? Di fatto durante il ballottaggio, ricordiamo che noi siamo stati essenziali per far diventare sindaco Tomatis , eravamo i più bravi ma una volta vinto il comune non ci hanno mai considerato. Una brutta esperienza che ha smascherato le persone che avevamo davanti dove gli accordi valevano solo per accaparrarsi i nostri voti! Ma noi attendiamo e ci prenderemo la nostra rivincita e quella del popolo. Ora – conclude – qua stiamo davvero esagerando e l’amministrazione si occupi di lavorare perchè la minoranza vigilerà attenta e presente”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.