Oltre le apparenze

Scuola, il futuro dei ragazzi merita il meglio: al Don Bosco di Alassio rette agevolate, un mondo di servizi e formazione d’eccellenza

Il 3 dicembre porte aperte a famiglie e ragazzi che vorranno scoprire l'offerta formativa dell'istituto salesiano. Molinari (Coordinatore amministrativo): "Impegno economico non deve essere un ostacolo per chi crede nel nostro metodo educativo"

Michele Molinari Don Bosco

Alassio. Per conoscere bene una persona non dobbiamo mai soffermarci alle apparenze, ma occorre sempre scavalcare il muro di pregiudizi che noi stessi – a volte “per sentito dire”, altre volte per pura suggestione – costruiamo. Le cose non stanno in modo diverso anche quando un genitore si ritrova a dover scegliere la scuola che per diversi anni diventerà la seconda casa di un figlio. Un luogo dove imparerà tante cose, farà nuove amicizie e si preparerà al futuro.

La scuola Don Bosco di Alassio è un universo di opportunità tutto da scoprire. Quando si pensa ad un istituto scolastico rinomato per la sua eccellenza formativa, il pensiero va subito all’impegno economico: “Sì, ma chissà quanto mi costerà la retta”.

La verità è che a volte basta davvero poco, come una semplice visita in Istituto, per rendersi conto che le cose potrebbero stare in modo molto diverso: “L’aspetto economico – spiega Michele Molinari, Coordinatore amministrativo dell’Opera Salesiana – non deve rappresentare un ostacolo per i ragazzi a partecipare a questa scuola. Le famiglie che credono nel nostro metodo formativo e pensano che l’insegnamento di Don Bosco sia la strada giusta per i loro figli, devono sapere che esistono diverse formule”.

Intervista a Michele Molinari, coordinatore amministrativo Opera Salesiana

Sono risposte che il Don Bosco mette in campo per venire incontro alle esigenze di tutti: “Sicuramente – ricorda Molinari – c’è il rimborso da parte di Regione Liguria sulla base dell’ISEE, ma esistono anche diverse borse di studio, come quelle degli ex allievi e di diversi benefattori, che ci consentono di proporre rette agevolate venendo incontro ai bisogni reali di ogni singola famiglia”.

Il punto, quindi, è quello sottolineato all’inizio. Per poter essere valutate e apprezzate, queste opportunità devono essere prima conosciute: “La cosa importante – ricorda Molinari – è venire qui, incontrarci e parlarci per trovare insieme la strada più giusta e accessibile per ogni singola famiglia. L’Open Day del 3 dicembre è un momento importante, ma la nostra scuola è sempre aperta in qualunque momento, anche la domenica. Chi avesse il desiderio di venire a scoprire il nostro istituto, così come il mondo di servizi che ruotano intorno alla nostra scuola, non deve far altro che chiamare o mandare una mail per prenotare un appuntamento personalizzato. Il sottoscritto, la preside, i docenti, gli ex allievi, gli studenti così come i coordinatori pastorali saranno lieti di condividere con le famiglie questo percorso che faremo insieme ai loro figli”.

“Il Don Bosco di Alassio – conclude Molinari – è una scuola che da anni è al servizio dei giovani e in particolare, proprio come vuole l’insegnamento di Don Bosco, dei più poveri. Una povertà che non va intesa solo in senso economico, ma anche sotto il profilo culturale, sociale, umano. La nostra scuola cerca di accogliere quanti più ragazzi possibili con l’obiettivo di offrire loro una preparazione sempre proiettata al futuro ma grazie alle solide basi dei nostri criteri di insegnamento”.

Conoscere prima per saper valutare poi. Venite a scoprire tutto quello che c’è da sapere sulla scuola Don Bosco di Alassio. Come? Contattando l’istituto al numero di telefono 0182-640309 oppure scrivendo una mail all’indirizzo di posta elettronica segreteria.alassio@donbosco.it. Il Don Bosco vi aspetta, sempre!

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.