Educazione civica

Savona, all’istituto Mazzini-DaVinci si va anche “a scuola di democrazia”

Tra le peculiarità didattiche, grande attenzione all'educazione civica intesa come esercizio e pratica della cittadinanza attiva e partecipata

Savona. Una delle peculiarità didattiche dell’istituto Mazzini-DaVinci è la grande attenzione posta all’educazione civica, non intesa come mera disciplina di studio bensì come esercizio e pratica della cittadinanza attiva e partecipata.

Gli alunni infatti hanno la possibilità di conoscere da vicino e collaborare con le istituzioni, le associazioni e gli enti che sul territorio si occupano di legalità, parità dei diritti, contrasto alla violenza nelle forme di bullismo, cyberbullismo, violenza sulle donne, democrazia agìta e volontariato sociale.

Attraverso laboratori, incontri, convegni e conferenze le alunne e gli alunni prendono la parola come protagonisti e promotori di riflessioni, di impegno programmatico e di azioni a tutela e difesa della libertà nelle sue diverse declinazioni.

Non si tratta di eventi sporadici, come spesso accade, solo per commemorare date od ottemperare a circolari ministeriali, ma di veri e propri percorsi interdisciplinari pluriennali in cui studentesse e studenti hanno la possibilità di sviluppare competenze  socio-relazionali e abilità nella sfera dell’educazione emotiva, di autostima,  di promozione delle proprie skills civiche.

Mazzi Da Vinci scuola

Non mancano la disponibilità e la costante collaborazione dell’amministrazione comunale, della polizia postale, della ASL, della questura, delle associazioni di volontariato come telefono donna, Ondif, Savona nel cuore dell’Africa, la Croce Rossa, il Cesavo e l’Auser, l’istituto storico e la camera del lavoro, l’Aned, l’Anpi, la Campanassa, la Biblioteca ed i Musei Civici.

Realtà che, nel loro insieme, permettono agli studenti ed alle studentesse del Mazzini Da Vinci di avere degli strumenti con cui interpretare  ed intervenire fattivamente nel tessuto sociale di cui sono parte vitale, diventando essi stessi promotori di buone pratiche, sentinelle contro ingiustizie e soprusi, attori di cambiamento e rinnovamento nell’ottica di un futuro migliore.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.