Tradizione nel futuro

Carcare, il Gruppo Pirotto inaugura il nuovo Centro Servizi Edili e rivitalizza un’area artigianale dismessa da anni fotogallery

Grande festa con un'ampia platea di presenti al taglio del nastro ufficiale di nonno Bruno, papà Massimo e l'attuale Ad Samuele

Carcare. Una grande festa ma soprattutto un’ampia platea di partecipanti per condividere un nuovo inizio del Gruppo Pirotto, che ieri ha inaugurato il nuovo Centro Servizi Edili a Carcare in via Nazionale 36, rivitalizzando un’area artigianale dismessa da anni.

Dopo oltre mezzo secolo di attività a Pallare, l’azienda, nata come una falegnameria nel 1970, grazie all’esperienza di nonno Bruno, alla lungimiranza di papà Massimo e all’iniezione di freschezza e innovazione di Samuele, attuale amministratore delegato, la famiglia Pirotto ha ideato una nuova linea al fine di diventare un punto di riferimento per imprese, professionisti e privati ai quali, oltre ad un vastissimo assortimento di materiali, verrà offerta una consulenza completa nel percorso di costruzione – dalla progettazione alla realizzazione – sia di una casa innovativa in legno che in edilizia tradizionale.

Il taglio del nastro ufficiale ha visto la presenza di numerosi rappresentanti delle istituzioni, politici, amministratori locali, imprenditori ma anche gente comune che ha voluto essere accanto alla famiglia Pirotto in un momento così speciale, in cui non sono mancati affetto, commozione e valori che, nel corso degli anni, l’azienda ha saputo trasmettere al territorio. E di famiglia si può parlare anche sul piano professionale: il Gruppo conta ad oggi un totale di cinquanta figure che operano in perfetta sinergia, tra cui un’ottima percentuale di giovani alle prese non solo con un lavoro ma soprattutto con una preziosa occasione formativa.

Parole di stima e di congratulazioni non sono mancate da parte del vice presidente della Regione Liguria, Alessandro Piana, del presidente della Provincia di Savona, Pierangelo Olivieri, del presidente Ance Liguria Emanuele Ferraloro, del presidente degli imprenditori edili dell’Unione Industriali di Savona, Massimo Baccino, nonché del direttore Alessandro Berta, del consigliere regionale Alessandro Bozzano e dei sindaci di Carcare, Christian De Vecchi, e di Pallare, Sergio Colombo. In particolare, oltre all’incoraggiamento per un’azienda che negli anni ha saputo crescere e crede fermamente nel suo percorso, basato sul core business del legno e dell’ecocompatibilità, è stato da tutti sottolineato come il Gruppo Pirotto non abbia mai trascurato il territorio, sia sul piano assunzionale sia sociale. E a questo proposito la testimonianza è arrivata dal primario della Pediatria del San Paolo di Savona, Alberto Gaiero, che ha illustrato come, grazie alla solidarietà e al sostegno dell’azienda, il reparto savonese è ora in grado di effettuare ecografie cerebrali senza il bisogno di trasferire neonati, specie prematuri, al Gaslini di Genova,

A coronare la presentazione del progetto benefico anche Vanni Oddera, ospite atteso nel tardo pomeriggio che ha parlato della moto terapia. Ma non solo. Gli attestati di stima sono arrivati da tutta la società civile, vicina alla famiglia per il fattivo contributo sociale che tre generazioni di imprenditori hanno saputo dare e continuano a garantire con risorse economiche ma soprattutto con il proprio capitale umano.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.