Cerimonia

Violenza donne, Pietra Ligure ricorda Janira: “L’amore non si tocca…”

Riposizionamento della panchina rossa dedicata alla giovane uccisa dal fidanzato

panchina Janira pietra

Pietra Ligure. Alla presenza del sindaco di Pietra Ligure Luigi De Vincenzi e dell’assessore alle politiche sociali Marisa Pastorino si terrà l’iniziativa promossa dal Comune di Pietra Ligure per la “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, che avrà luogo venerdì 25 novembre, alle ore 10.30 in piazza La Pietra.

L’evento vuole ricordare la memoria della pietrese Janira D’Amato, vittima della brutalità del suo fidanzato, con la cerimonia di riposizionamento della panchina rossa a lei dedicata.

Il programma prevede la lettura di alcuni brani sul tema da parte degli alunni delle classi IV delle scuole primarie di Pietra Ligure (Dott. Sordo e Papa Giovanni XIII) e delle classi I, II e III della scuola secondaria di I grado “Martini” di Pietra Ligure, cui seguirà un piccolo flash organizzato dalla Biblioteca comunale di Pietra Ligure e un piccolo rinfresco realizzato e offerto dagli studenti del corso di cucina dell’ istituto alberghiero “Migliorini” di Finale Ligure, accompagnati dal Prof. Angelo Barone (che è stato uno dei professori di Janira).

All’iniziativa parteciperanno i genitori di Janira D’Amato.

La panchina rossa era già stata inaugurata nell’aprile del 2019, con una semplice scritta, “L’amore non si tocca”, incisa sulla vernice rossa.

La panchina era stata dipinta da una insegnante dell’Alberghiero, Irene Ambrosini, e da una educatrice dell’Istituto, la professoressa Aurora: “Janira era una parte di noi… Vogliamo trasformare questo dolore che ci accomuna in qualcosa che possa sensibilizzare soprattutto le nuove generazioni sull’educazione all’affettività”.

“Dobbiamo far comprendere ai nostri ragazzi che l’amore è una cosa sacra e deve rispettare la libertà dell’altro: non si possono porre limiti alle scelte altrui in nome dell’amore” il messaggio.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.