Inaugurazione

Violenza donne, a Bergeggi due nuove panchine rosse e iniziativa con le scuole

Nel corso della giornata momento artistico con il concerto del duo femminile di mandolino e chitarra “Ars gratia artis”

Panchina rossa a Chiavari

Bergeggi. Venerdì 25 novembre, alle ore 16.00, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, verranno inaugurate 2 panchine rosse, posizionate rispettivamente nel giardino pubblico di via De Mari 28, nei pressi della sede comunale e della Biblioteca civica, e nel giardino pubblico soprastante piazza XX Settembre, nei pressi del polo scolastico di Bergeggi.

L’iniziativa, fortemente voluta dal sindaco, Maria Rebagliati e da tutta l’amministrazione comunale, e organizzata in collaborazione con il personale della Biblioteca civica A. Cabiati, vuole essere una testimonianza di solidarietà alle vittime di violenza e un impegno civile per dire basta alla violenza di genere in cui rientrano non solo i femminicidi, ma tutte le aggressioni, dalle minacce ai maltrattamenti, dallo stalking alle percosse, fino alla violenza psicologica, e fisica, ricordando che i diritti delle donne si difendono tutti i giorni.

Sulle panchine verrà affissa una targa con il numero di telefono verde 1522, disponibile H24, da contattare per chiedere aiuto in caso di difficoltà.

“Le panchine rosse resteranno lì, per ricordare a tutti, tutti i giorni, non solo il 25 novembre, che un’alternativa alla violenza è sempre possibile e che ci sono organizzazioni in grado di aiutare le vittime di abusi e accendere un faro di speranza per molte donne” afferma il sindaco di Bergeggi.

“Nei pressi della panchina rossa posizionata nel giardino di via De Mari 28, grazie alla generosa donazione di una cittadina bergeggina, troverà posto un altro simbolo contro il femminicidio, un paio di scarpe rosse. Una installazione permanente a rappresentare tutte le donne vittime di violenza, anche quelle che non ne potranno più indossare” aggiunge.

Parteciperanno all’evento la dott.ssa Stefania Ferrari, psicologa e responsabile della “Casa Rifugio Isola”, casa protetta che rientra nel progetto del Distretto Sociale n. 7 Savonese e Marinella Vassallo, volontaria e operatrice del Telefono Donna del Centro Antiviolenza della Provincia di Savona (019 831 33 99).

Venerdì 25 novembre, a partire dalle ore 16.30, grazie alla collaborazione con il personale della Biblioteca civica A. Cabiati, presso i giardini della biblioteca, ci sarà un momento letterario con la lettura di brani che trattano il tema della violenza sulle donne e un momento artistico con il concerto del duo femminile di mandolino e chitarra “Ars gratia artis”.

Nella mattinata, cogliendo l’invito dell’smministrazione comunale, gli alunni delle classi IV e V della Scuola Primaria di Bergeggi, insieme alle insegnanti, parteciperanno ad un incontro in biblioteca sul tema delle pari opportunità.

“La parità tra maschi e femmine è un principio sancito dalla Costituzione, eppure ancora oggi è un obiettivo lontano. Le nuove generazioni devono essere coscienti che possono fare qualunque attività e che non esite un gioco (o un lavoro) solo da femmina o solo da maschio in modo da allontanare qualsiasi pregiudizio e condizionamento” conclude il primo cittadino Maria Rebagliati.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.