Questa notte

Va in escandescenza al pronto soccorso del Santa Corona e ferisce un carabiniere: arrestato

Si tratta di un 22enne guineano: ora dovrà rispondere di interruzione di pubblico servizio, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale

carabinieri pietra ligure

Pietra Ligure. Sono stati momenti altamente concitati quelli verificatisi nella scorsa nottata nel Pronto Soccorso dell’ospedale Santa Corona, dove un cittadino guineano è andato in escandescenza reagendo con violenza nei confronti dei militari componenti l’equipaggio di una pattuglia della locale stazione carabinieri, “colpevoli” di volerlo identificare ed allontanare dal Pronto Soccorso.

L’uomo, infatti, che versava in grave stato di agitazione psicofisica, una volta entrato in ospedale ha iniziato a turbare il regolare svolgimento delle attività dei sanitari, lanciando in aria i materassini e i cuscini delle lettighe, molestando e disturbando gli altri pazienti nella sala d’attesa.   

I fatti si sono verificati all’una di questa notte ed una pattuglia della stazione carabinieri di Pietra Ligure è intervenuta per riportare la calma. I militari con il fine di identificarlo e di tranquillizzarlo si sono avvicinati all’uomo cercando di accompagnarlo verso l’uscita, ma a quel punto ha reagito con violenza verso i militari che sono stati fisicamente aggrediti con spinte e pugni, sino a quando il 22enne guineano è stato bloccato anche grazie all’ausilio di un’altra pattuglia giunta in ausilio dei carabinieri di Pietra Ligure. 

È stato arrestato ed ora è chiamato a rispondere del reato di interruzione di pubblico servizio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale, ristretto al termine delle formalità di rito a disposizione della Procura della Repubblica savonese che coordina l’inchiesta. 

A seguito della condotta violenta un militare è stato leggermente ferito, ricorrendo alle cure mediche: per lui una prognosi di 5 giorni di guarigione. 

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.