Oggetti volanti

Savona terra di Ufo, Aria: “Quattro avvistamenti in una settimana”

Il primo sarebbe avvenuto a Bergeggi, il secondo a Celle Ligure, gli ultimi due a Sanda

Savona. Una settimana di avvistamenti di oggetti volanti non identificati nel savonese. Dal 28 ottobre al 5 novembre, sarebbero 4 i presunti avvistamenti segnalati da alcuni residenti della provincia di Savona: lo rivela in una nota l’ufologo investigatore Angelo Maggioni.

Il primo sarebbe avvenuto il 28 ottobre verso le 20 a Bergeggi: un oggetto sferico molto luminoso viene ripreso da una residente mentre, con andamento sostenuto, si dirigeva dal mare verso i monti. Un altro presunto oggetto sigariforme luminoso sarebbe stato fotografato da M.C. nei pressi di Celle Ligure. Nella giornata del 5 novembre, poi, due oggetti sferici luminosi sono stati ripresi a ridosso di Sanda. Il primo si sarebbe “incrociato” con un aereo di linea che passava in quell’istante, il secondo circa due minuti dopo.

“I quattro eventi sono stati esaminati e verificati con l’Associazione Ricerca Italiana Aliena – spiega Maggioni – che per i tre video ha escluso componenti convenzionali come palloni sonda, droni, ‘aerei’ satelliti (la ISS non era in transito). Per lo scatto rimane aperta l’ipotesi di un mini bolide o stella cadente che potrebbe dare una spiegazione plausibile”. L’ufologo però non esclude anche per i video una qualche formazione globulare naturale: un tempo altamente anomalo con temperature quasi estive alternate a quelle tipiche invernali, potrebbe favorire il formarsi di eventi “elettrici” “plasmoidi” in cielo.

“Quello ritratto nella foto è quasi certamente un oggetto corposo solido – prosegue Maggioni – mentre quelli ripresi in video, come confermato nel briefing del 17 Maggio al Congresso Americano, potrebbero appartenere alla categoria di fenomeni non solidi che la scienza ancora fatica a spigare e dove ancora non ha idee chiare. Quando si parla del fenomeno UFO/UAP – precisa l’ufologo Maggioni – e di tipologie associate non è sinonimo di appartenenza extraterrestre certa (anche se la stessa non viene esclusa, proprio perché non si è riusciti ad identificare nemmeno il presunto oggetto convenzionale)”.

Generico novembre 2022

Ed è proprio notizia recente che i tre famosi video rilasciati dalla Marina Militare Americana e che furono oggetto di interminabili discussioni avrebbero una spiegazione plausibile: “Il GoFast sarebbe un oggetto che si muove lentamente, una illusione causata dal parallasse – racconta Maggioni – Mentre il Gimbal in realtà non stava ruotando: gli strani movimenti osservati dell’oggetto e la sua presunta rotazione osservata sono stati causati dal sensore a bordo dell’aereo. Ecco perché bisogna sempre adoperare cautela e onestà intellettuale quando si parla di UFO, senza cercare il sensazionalismo speculativo”.

“Sappiamo che per questi casi non si sono verificate interferenze esterne come esercitazioni militari o presenza di velivoli militari sul posto (al momento degli avvistamenti) – conclude Maggioni – questo rende ancor più affascinante il mistero. Come detto sopra i fenomeni rientrano nella tipologia degli UAP e saranno comunque sempre esaminati e confrontati fino a quando non si arriverà ad una conclusione certa e serena dell’evento”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.