Riconoscimento

Premio Cinematografico Stefano Pittaluga 2022: ecco i quattro vincitori dell’edizione 2022

Va a Enrico Ghezzi, Aleem Khan, ZaLab, Sandro Bozzolo e Joe Denti

cinema audiovisivo

Borghetto. Quest’anno il Premio Cinematografico Stefano Pittaluga va a Enrico Ghezzi (critico cinematografico e autore televisivo), Aleem Khan (regista cinematografico britannico), ZaLab (casa di produzione e distribuzione), Sandro Bozzolo (filmmaker) e Joe Denti (animatore culturale).

Ideato e realizzato dall’ACEC Liguria con il sostegno del Ministero della Cultura e la collaborazione della FICE, del Comune di Borghetto Santo Spirito e della Genova Liguria Film Commission, il Premio Cinematografico Stefano Pittaluga 2022 è un evento attento alle realtà culturali regionali, nazionali e da quest’anno internazionali legate al cinema, ai filmmakers indipendenti e alla critica cinematografica.

Dopo i workshop e le rassegne cinematografiche dei mesi scorsi, la manifestazione entra nel vivo con l’assegnazione del Pittaluga. Quest’anno i premi saranno conferiti in diversi momenti, prestando particolare attenzione alle sale cinematografiche, con il preciso intento di sostenere l’esercizio nella sua difficile ripresa nel periodo post-pandemico.

Il primo di questi appuntamenti si svolgerà giovedì 10 novembre, ore 18, al Club Amici del Cinema di Genova Sampierdarena (via Carlo Rolando 15), quando il riconoscimento sarà consegnato a Maud Corino, responsabile distribuzione di ZaLab in occasione della proiezione di “Se fate i bravi” alla presenza del regista Daniele Gaglianone. Lo stesso giorno il film sarà proiettato anche alle 21 al Nickelodeon (via della Consolazione 1).

 Presentata alle Giornate degli Autori alla 79 – Mostra del Cinema di Venezia, l’opera, che Gaglianone ha diretto con Stefano Collizzolli, è un documentario memoriale sul G8 di Genova prodotto da Samarcanda Film e ZaLab in co-produzione con Harald House.

Quest’anno lo staff del Pittaluga 2022, guidato dall’ideatore del Premio e presidente dell’ACEC Liguria Giancarlo Giraud, ha deciso assegnare il riconoscimento a ZaLab per sottolineare i meriti di una società che negli ultimi anni ha prodotto e distribuito alcuni dei più importanti autori del cinema italiano indipendente, come Andrea Segre (“Molecole”) e Daniele Gaglianone (“Il tempo rimasto”), ma anche esordi di particolare valore (“Mother Lode” di Matteo Tortone) e opere di registi internazionali, come “Radiograph of a Family”, l’intimo e insieme storico/politico lavoro dell’iraniana Firouzeh Khosrovani.

Il Premio Pittaluga 2022 è conferito a Enrico Ghezzi per il suo decennale lavoro di critico cinematografico, scrittore, direttore di festival e autore televisivo che ha formato generazioni di cinefili e mostrato film inediti con la trasmissione cult di Rai Tre “Fuori Orario. Cose (mai) viste”. Intellettuale di fama internazionale ma da sempre legato alle sale liguri e genovesi, quest’anno Ghezzi ha presentato alla Mostra del Cinema di Venezia “Gli ultimi giorni dell’umanità” (diretto con Alessandro Gagliardo) e pubblicato il libro “L’acquario di quello che manca” a cura di Aura Ghezzi con la collaborazione di Alberto Pezzotta (ed. La Nave di Teseo), due opere che “riassumono” e “raccolgono” parte di una vita e di un percorso professionale.

Definito da alcuni critici come il nuovo Mike Leigh, il britannico di origine pakistana Aleem Khan è uno dei registi-rivelazione di quest’anno grazie al suo esordio “After Love”, uno dei film più apprezzati della scorsa stagione cinematografica, come dimostra il BAFTA ottenuto per la migliore attrice (Joanna Scanlan). Con tale scelta, il Pittaluga rimane coerente nella sua linea culturale attenta al cinema giovane, ma apre i suoi orizzonti oltre i confini nazionali.

Da sempre attenta ai filmmakers della regione, quest’anno la squadra del Pittaluga ha scelto di conferire il premio a Sandro Bozzolo per sottolineare il valore di un regista che ha girato film in diverse zone del mondo (in particolare il Sud America) senza mai dimenticare il territorio ligure e piemontese. Attento alle tematiche sociali e ambientali, tra i suoi lavori vanno citati “Amazonia 2.0”, “Un sindaco fuori dal comune” e “Innesti”.

È stato inoltre assegnato il Pittaluga 2022 a Joe Denti per la sua attività di animatore culturale presso il Cinema Italia di Sarzana (SP), dove cura con successo il ciclo “Un sogno in Bianco & Nero”, cineforum dedicato ai capolavori della storia del cinema che ha riportato il pubblico in sala, merito anche di una conduzione brillante e coinvolgente.

Saranno comunicati in seguito i dettagli delle prossime premiazioni.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.