Res publica

I ragazzi protagonisti della vita amministrativa: il Comune di Loano lancia la Consulta dei Giovani

Se ne parlerà in occasione della prossima riunione del consiglio comunale

Loano Comune Palazzo Doria Municipio Piazza Italia

Loano. In occasione della sua prossima riunione, il consiglio comunale di Loano discuterà della costituzione della Consulta dei Giovani, il nuovo organismo che si propone di coinvolgere i cittadini tra i 12 ed i 25 anni nella gestione della “res publica”. 

Ieri, mercoledì 23 novembre, la commissione consiliare incaricata ha discusso ed approvato all’unanimità il progetto, che ora dovrà passare al vaglio del parlamentino locale. Ad illustrarlo a maggioranza e minoranza saranno l’assessore alle politiche sociali e giovanili Manuela Zunino ed il consigliere di maggioranza Linda Baracco, che hanno seguito l’iter progettuale fin dall’inizio. 

“Prendiamo atto positivamente del voto unanime della commissione consiliare – commenta il sindaco di Loano Luca Lettieri – e del fatto che anche la minoranza abbia dato il via libera alla costituzione di questo organismo comunale che si propone di dare voce ai nostri giovani. Un’unione di intenti che dimostra quanto il tema delle politiche giovanili sia sentito da tutta l’amministrazione comunale. L’obiettivo della Consulta è il miglioramento della qualità della vita dei giovani attraverso la loro partecipazione alla vita politica, sociale e culturale della città. Per capire le esigenze dei giovani, infatti, c’è un solo modo: ascoltarli costantemente e renderli protagonisti attivi della vita amministrativa. Ringrazio Manuela Zunino e Linda Baracco e la dirigente Marta Gargiulo per l’impegno profuso in questo progetto”. 

Come specificato nel regolamento, la Consulta è un organismo apartitico di partecipazione e consultazione permanente, di coordinamento, confronto e sostegno delle attività a favore dei giovani di età compresa tra 12 e 25 anni, residenti o con interessi radicati nel Comune di Loano. 

Obittivi della consulta sono: favorire la conoscenza delle problematiche legate al mondo giovanile; promuovere le politiche giovanili nei diversi ambiti della cultura, dell’arte, dello sport, del lavoro, della valorizzazione del territorio, del senso civico e di cittadinanza europea, della difesa e della valorizzazione dell’ambiente, dell’educazione alla pace, della solidarietà e dell’integrazione interculturale, del volontariato, della promozione della salute, della prevenzione del disagio sociale e delle dipendenze; offrire ai giovani un canale di accesso alla vita amministrativa locale, favorendo la loro partecipazione alla cosa pubblica. E ancora: collaborare con le associazioni o Enti che operano nel territorio comunale a contatto con le realtà giovanili; mantenere i giovani informati sui temi loro riguardanti, fornendo assistenza alla realizzazione dei loro progetti; intrattenere rapporti permanenti con le consulte dei comuni limitrofi, anche attraverso l’adozione di iniziative comuni. 

La Consulta esercita le proprie funzioni operando in stretta collaborazione con le associazioni presenti sul territorio. Promuove i rapporti con consulte e associazioni presenti anche in altre regioni e all’estero, con l’auspicio di costituire una “rete” tra i diversi organismi ad iniziativa giovanile, nonché di partecipare ai consigli comunali e alle commissioni consiliari con le facoltà di cui alle disposizioni del regolamento del consiglio comunale. Inoltre, la Consulta collabora con l’assessorato alle politiche sociali e giovanili e si rapporta periodicamente con l’amministrazione comunale. 

La Consulta è al fianco dei giovani con progetti a breve e a medio/lungo termine e può attivarsi anche in caso di emergenze secondo i modi e i termini previsti dal regolamento interno che verrà approvato successivamente alla sua costituzione. Promuove inoltre dibattiti, eventi, manifestazioni, ricerche e tutte quelle attività che riterrà consone, utili e in linea con le proprie finalità. E’ attenta al mondo scolastico rapportandosi periodicamente sia con i dirigenti degli istituti presenti sul territorio sia con i rappresentanti dei genitori e degli alunni per questioni che riguardano l’attuazione del piano dell’offerta formativa. 

La Consulta promuove l’inserimento dei giovani nel mondo della formazione e del lavoro anche attraverso la collaborazione con le associazioni ed enti del territorio che si occupano di tali tematiche. Infine, la Consulta promuove l’arte, lo sport e la cultura nel mondo giovanile. 

Sono organi della Consulta: l’assemblea, che è l’organo di indirizzo generale; il consiglio, che ne è l’organo esecutivo; il presidente, con funzioni di rappresentanza. 

Per iscriversi alla Consulta è sufficiente inviare una mail all’indirizzo servizisociali@comuneloano.it, allegando il modulo di adesione disponibile nel sito internet del Comune. 

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.