Commento

Canadair fisso a Villanova, il sindaco Tomatis: “È assolutamente necessario, lo ha dimostrato l’incendio di agosto”

Il primo cittadino di Albenga soddisfatto per l'odg approvato in consiglio regionale: "Sono praticolamente contento che lo abbiano votato all'unanimità"

Incendio albenganese incendio Arnasco canadair Andrea Opizzo

Albenga. Il sindaco Riccardo Tomatis esprime soddisfazione a nome dell’intero consiglio comunale di Albenga, per l’ordine del giorno presentato dal consigliere regionale Roberto Arboscello e approvato con voto unanime, volto ad avere un Canadair fisso a Villanova d’Albenga.

Afferma il primo cittadino: “Ricordo il giorno in cui è divampato l’incendio che ha devastato ettari ed ettari di macchia mediterranea sul territorio di Albenga ed entroterra. Ho passato giornate – e nottate – al campo UCL dei vigili del fuoco vivendo con apprensione in prima persona le ore nelle quali siamo rimasti in attesa dell’arrivo dei canadair. È stato inevitabile pensare che, se avessimo avuto un mezzo aereo all’aeroporto di Villanova, forse saremmo riusciti ad intervenire in maniera più tempestiva e il danno ambientale verificatosi sarebbe stato più contenuto.

“In incendi devastanti come quello di agosto – prosegue – che purtroppo non sono rari nelle nostre zone, non basta il prezioso ed instancabile lavoro a terra effettuato dalle squadre di vigili del fuoco e dai volontari della sezione antincendio boschivo della protezione civile. L’intervento dei canadair e dei mezzi aerei può fare la differenza. Per questo sono particolarmente contento che il consiglio regionale abbia votato all’unanimità questo ordine del giorno”.

“Con l’occasione – aggiunge il primo cittadino – ci tengo ancora una volta a ringraziare tutti coloro che in quei giorni hanno contribuito alle operazioni di spegnimento, a quanti hanno portato cibo e generi di prima necessità ai vigili del fuoco e a tutti i volontari, agli amministratori presenti e alle forze dell’ordine, naturalmente ai vigili del fuoco, ai volontari delle pubbliche assistenze e della protezione civile, veri e propri eroi dei nostri tempi”.

Conclude il sindaco Tomatis: “Eroi proprio come Matteo Pozzoli e Roberto Mazzone, i due piloti del Canadair che lo scorso 28 ottobre hanno perso la vita dopo un impatto con un costone roccioso del monte Calcinera in Sicilia che saranno ricordati domenica 4 dicembre alle ore 18,00 presso la cattedrale San Michele dove si terrà una messa, voluta dalla Protezione Civile di Albenga”.

L’iniziativa sarà realizzata in collaborazione con il Coordinamento Provinciale di Protezione civile della Provincia di Savona che, durante le emergenze e gli incendi boschivi, opera fianco a fianco con i vigili del fuoco.

Affermano dalla Protezione Civile di Albenga: “Abbiamo chiesto la celebrazione di questa messa a suffragio di quelli che sono due eroi dei nostri tempi. Matteo Pozzoli e Roberto Mazzone hanno perso la vita nell’esercizio del loro lavoro. Durante le emergenze e gli incendi operiamo fianco a fianco con i vigili del fuoco e, durante gli incendi boschivi più devastanti, spesso attendiamo speranzosi l’arrivo dei Canadair. È importante per noi celebrare questa messa e speriamo che possano essere in molti a parteciparvi dimostrando la propria vicinanza a coloro che rischiano la vita per gli altri e per il nostro territorio”.

leggi anche
Incendio nell'albenganese, i mezzi di soccorso in azione
Ordine del giorno
Incendi, un canadair fisso all’aeroporto di Villanova: Sì dal Consiglio regionale
carabinieri forestali
Bilancio
Dall’incendio di Cisano al sequestro di una discarica abusiva: i carabinieri forestali tracciano il bilancio del 2022

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.