Sangue freddo

Calcio, Albenga. Mattia Grandoni e l’ordine del centrocampo: “Stiamo facendo qualcosa di grande”

Il centrocampista bianconero, uno dei migliori in campo a Taggia, non vede l'ora che arrivi la Cairese: "Mi aspetto un Riva pieno"

Albenga. “Contento ma non sorpreso”, così si è definito Mattia Grandoni al termine di Taggia-Albenga, gara vinta dagli ingauni grazie alla rete di Gabriele Beluffi, arrivata a cinque minuti dal novantesimo.

Ora le attenzioni sono rivolte totalmente sulla grande sfida di domenica, quella che si giocherà al Riva contro la Cairese: con 7 punti di distacco, i bianconeri vincendo potrebbero portarsi a 10 lunghezze e gli equilibri del campionato varierebbero radicalmente.

Siamo entrati nella storia dell’Eccellenza Ligure – commenta Grandoni – ogni volta riceviamo un sostegno incredibile e domenica mi aspetto uno stadio pieno, siccome sarà un ennesimo scontro diretto in casa. Noi non vediamo l’ora di poterlo giocare, davvero”.

“Cosa … ci facevi in Prima Categoria?” è intervenuto fuori microfono il presidente Marinelli durante l’intervista. Una domanda rivolta ad un giocatore che già l’anno scorso ha avuto a Savona e, anche quest’anno, ha voluto con lui in una nuova sfida.

E l’impatto del centrocampista ex Savona è stato impressionante all’interno dello scacchiere di Pietro Buttu, come si è visto al Marzocchini con una bella prestazione d’ordine, quantità e qualità: “Il calcio è bello in qualsiasi categoria, l’importante è giocare e divertirsi“.

 

 

leggi anche
Pietra-Ventimiglia
29/30 ottobre
Classifiche e risultati di Eccellenza, Promozione, Prima Categoria e Seconda Categoria
Albenga Cairese
Settimana cruciale
È già countdown per Albenga-Cairese: sfida tra “bestie nere” imbattute che pianificano la Serie D

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.