Liguria. È appena stato approvato, in consiglio regionale, l’ordine del giorno di condanna agli attentati terroristici nei confronti di Israele a prima firma di Angelo Vaccarezza. Il documento è passato con 15 voti a favore (maggioranza).

Il documento impegna la giunta a condannare gli attentati contro Israele, il gruppo terrorista Hamas e tutti coloro che hanno esultato per la strage di innocenti, ad esprimere la piena e totale solidarietà allo Stato di Israele e a impegnarsi per contrastare episodi di antisemitismo ed antisionismo al corteo del 25 Aprile ed in altre occasioni. Nel documento si ricordano i cinque attentati di marzo che hanno provocato tredici vittime. Nella presentazione in aula Vaccarezza ha ricordato il giovanissimo studente di una scuola religiosa ucciso questa mattina in uno dei due, sanguinosi attentati accaduti a Gerusalemme.

Nel dibattito sono intervenuti Ferruccio Sansa e Roberto Centi del gruppo Lista Ferruccio Sansa presidente, Luca Garibaldi (Pd-Articolo Uno), Gianni Pastorino (Linea Condvisa) e Fabio Tosi (Mov5Stelle) che hanno ritenuto il documento estraneo alle competenze del Consiglio regionale e provocatorio, in particolare per il riferimento al 25 aprile e, per questi motivi, hanno preannunciato che non avrebbero partecipato alla votazione.

“Dall’inizio di quest’anno, la ferocia e la violenza contro Israele hanno causato morte e distruzione, arrivando a colpire anche luoghi di culto dell’Ebraismo, come la Tomba di Giuseppe o gli attacchi al Muro del Pianto, luoghi sacri anche per il Cristianesimo, legati alle nostre radici, ai nostri valori. Ancora oggi, la tensione in Israele resta altissima. È di poche ore fa la notizia di un duplice attentato alla stazione degli autobus di Gerusalemme e nel distretto nord del quartiere di Ramot, che ha causato la morte del sedicenne Aryeh Schupak e decine di feriti, alcuni in condizioni gravissime”.

“Una scia di sangue innocente, che, purtroppo, accompagna la storia di Israele sin dalla sua fondazione e che rappresenta, per l’ennesima volta, un grande pericolo per lo stato ebraico e per tutti noi, portata avanti da Hamas e dagli altri gruppi terroristici che nel loro statuto hanno come obiettivo la cancellazione dello Stato di Israele. Per raggiungere quanto prefissato, gli attentatori non hanno esitato a cancellare vite, con una ferocia mai vista”.

“Regione Liguria da anni lavora con tutti gli strumenti a sua disposizione per condannare l’antisemitismo e l’antisionismo attraverso documenti ufficiali sostenuti dall’unanimità dell’assemblea. Oggi abbiamo aggiunto un tassello importante nella battaglia a sostegno di Israele, che ci vedrà uniti e compatti, almeno per quello che riguarda la maggioranza; la minoranza infatti, ha preferito non votare. È evidente, dunque, quanto (almeno a loro) la Shoah non abbia insegnato nulla e l’antisemitismo resti un tema su cui la sinistra continua ad essere ambigua”.

leggi anche
Generico novembre 2022
Temi spinosi
Regione, polemica per un ordine del giorno del centrodestra: “Basta antisemitismo al corteo del 25 aprile”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.