Tesoro

Albenga, online il nuovo documentario di Pietro Gianeri dedicato al ciclo pittorico dell’oratorio di San Fedele

"Oltre alla bellezza dei dipinti, nel video si racconta anche la bella storia di partecipazione popolare che, negli anni '90 ha portato al suo restauro"

Albenga. E’ dedicata al ciclo pittorico dell’oratorio di San Fedele d’Albenga il nuovo mini-documentario di Pietro Gianeri, già autore di un altro video riguardante la storia del Pontelungo.

Come spiega lo stesso autore “oltre alla bellezza dei dipinti, nel video si racconta anche la bella storia di partecipazione popolare che, negli anni ’90 ha portato al suo restauro”.

L’interno della chiesa è a tre navate, in una struttura che ricorda quella della cattedrale di Albenga. La facciata è dominata dall’insolita presenza centrale del campanile, del XII secolo e restaurato ai primi del Novecento. Nella parte inferiore della facciata si aprono tre portali, i due laterali presentano degli architravi scolpiti in pietra nera: quello a destra ha un Chrismon al centro, mentre in quello di sinistra vi è la raffigurazione dell’Annunciazione con Dio Padre in alto a sinistra, le opere sono dei primi anni del XVI secolo. Anche il portale maggiore era in pietra nera, ma purtroppo nei secoli è andato perduto, resta solo un frammento conservato all’interno della chiesa.

Tutte le sculture in pietra nera, compreso il tabernacolo, molto probabilmente sono opera degli scalpellini di Cenova. All’interno vi è un ciclo pittorico dedicato alla vita di San Giovanni Battista, santo a cui è dedicato l’adiacente oratorio che presenta dipinti realizzati nel 1574 da Bartolomeo Bottoneri, di Cherasco. Sul sagrato, vicino all’ossario, un cipresso ultracentenario di cui nel video si narra la storia.

“Molto interessante, la collaborazione che ha portato al restauro del ciclo pittorico. Una vera e propria raccolta popolare, avviata da docenti e alunni della scuola elementare e che ha visto la partecipazione di tutta la comunità di San Fedele”.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.