Commento

Mafia in Liguria, Traverso (Siap): “La Dia conferma quanto denunciamo da anni”

"Nella nostra regione continuano a latitare politiche concrete sulla prevenzione investigativa e sociale"

Siap in piazza a Roma

Liguria. “Il 30 settembre, è stata pubblicata sul sito del Senato della Repubblica la relazione semestrale della DIA (Direzione Investigativa Antimafia) relativa all’analisi sui fenomeni di criminalità organizzata di stampo mafioso del II semestre del 2021. Il dettagliato rapporto conferma che in Liguria la criticità reiteratamente denunciate da anni dal SIAP si sono consolidate e che si stano allargando a macchia d’olio”.

A dirlo è Roberto Traverso, segreterio Nazionale SIAP e segretario generale provinciale SIAP Genova.

“Nel frattempo – prosegue – in Liguria continuano a latitare politiche concrete sulla prevenzione investigativa e sociale  visto che l’unica iniziativa che abbiamo recentemente registrato (e criticato) è stata quella di chiudere l’osservatorio  sulla sicurezza (che naturalmente monitorava anche il fenomeno mafioso) e di istituire un tavolo sulla sicurezza escludendo incredibilmente i quattro Questori delle province della Regione”.

“Intanto lo spaccio di stupefacenti, grazie alla presenza del massiccio traffico portuale, dilaga nei centri storici e la cosiddetta ‘mafia silente’ si radica e consolida nel mondo degli appalti, proprio mentre le ingenti risorse economiche derivanti dal PNRR stanno già affluendo su tutto il territorio nazionale e naturalmente anche in Liguria”, conclude.

leggi anche
Dia, direzione investigativa antimafia
Relazione
Allarme dell’Antimafia: “Rischio infiltrazioni mafiose negli investimenti Pnrr in Liguria”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.