Nuove regole

Borghetto approva il Piano Antenne, Angelucci: “Minimizzare l’esposizione ai campi elettromagnetici”

Le nuove antenne saranno poste su siti di proprietà comunale "al fine di assicurare una ricaduta positiva in termini economici nei confronti dell’intera collettività"

Borghetto Antenne

Borghetto Santo Spirito. Il consiglio comunale di Borghetto Santo Spirito ha approvato, nella sua ultima seduta del 17 ottobre, il nuovo “Regolamento comunale del piano territoriale per l’installazione degli impianti di telefonia mobile e tecnologie assimilabili”, un regolamento che, come sottolineato dal vice sindaco con delega all’ambiente Luca Angelucci “permette all’amministrazione di governare un aspetto fondamentale della vita della comunità”.

“L’obiettivo che il nuovo Piano si prefigge – aggiunge Angelucci – è quello di contemperare le esigenze di sviluppo (gli operatori telefonici, infatti, sono stati invitati a presentare i loro piani per il 2022, preliminarmente alla redazione del piano) con quelle della comunità, con particolare riguardo al principio di minimizzazione di esposizione ai campi elettromagnetici e alle esigenze di salvaguardia del territorio, passibile (senza un adeguato strumento regolamentare) di essere ‘invaso’ da installazioni effettuate al di fuori di una coerente programmazione”.

Un ulteriore principio del Piano è stato quello di “adottare un criterio di preferenza verso siti di installazione di proprietà comunale, al fine di assicurare una ricaduta positiva in termini economici nei confronti dell’intera collettività. Appare equo, infatti, che un’infrastruttura di tale importanza dal punto di vista strategico, ambientale e di salute pubblica, sia gestita sotto ogni aspetto dalla pubblica amministrazione”.

“Dal punto di vista degli operatori telefonici, inoltre, se pur, da un lato, l’esistenza di un Regolamento costituisca in prima battuta un limite, dall’altro lato offre l’opportunità di avere un quadro chiaro del contesto di sviluppo ammissibile, oltre la possibilità di interfacciarsi con un interlocutore pubblico, con probabili effetti positivi in termini di affidabilità e certezza dei rapporti in essere”.

“Con l’approvazione del nuovo Piano Antenne l’amministrazione comunale compie un ulteriore passo verso la cura del proprio territorio e della propria comunità, in un’ottica di sviluppo e sostenibilità”, conclude Angelucci.

A intervenire sulla questione anche i consiglieri Maria Grazia Oliva e Alessio Reale del gruppo di minoranza “Borghetto Domani”, che esprimono: “E’ uno strumento necessario per garantire una regolamentazione e una pianificazione all’installazione delle antenne telefoniche, che senza paletti precisi fissati dal Comune sarebbe potenzialmente ‘selvaggia’. La sua adozione era pertanto necessaria e anche urgente; il nostro voto tuttavia non è stato favorevole ma di astensione”.

“Non ci ha convinto il fatto che, nonostante una nostra esplicita richiesta in tal senso, non si sia posto in capo al comune un obbligo di controllo, ma una mera facoltà di attivare risorse per il rilevamento di emissioni elettromagnetiche – specificano -. Non abbiamo inoltre condiviso la scelta dell’amministrazione, palesata in Consiglio comunale, di non dare alcun indirizzo alla società che ha redatto il piano in merito alle aree in cui posizionare le antenne, individuando zone da preservare con maggiore cura (ad esempio le scuole). Confidiamo che in futuro certi aspetti del piano possano essere modificati”, concludono.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.