"guardiani della costa"

World Cleanup Day, a Savona l’iniziativa di Costa Crociere Foundation: raccolti 350 kg di rifiuti in spiaggia e in mare fotogallery

Circa 150 i partecipanti che si sono trovati questa mattina: studenti, docenti e cittadini. Diverse le attività svolte

Savona. In occasione del World Cleanup Day, l’appuntamento annuale che unisce 191 paesi in tutto il mondo per un pianeta più pulito, Costa Crociere Foundation ha organizzato a Savona il “Guardiani della Costa for World Cleanup Day”, un’iniziativa di sensibilizzazione alla salvaguardia ambientale che ha avuto l’obiettivo di lanciare la nuova edizione di “Guardiani della Costa”, il progetto nazionale di educazione ambientale e citizen science promosso dalla fondazione.

Circa 150 persone, tra cui studenti e docenti delle scuole primarie e delle scuole secondarie di primo e secondo grado di Savona, Genova e del ponente ligure, si sono date appuntamento nel corso della mattinata presso la spiaggia libera del Priamar per seguire un ricco programma di attività, che hanno avuto come tema comune la difesa delle coste e dei mari del nostro Paese. Insieme a studenti e docenti, anche i cittadini di Savona, e i dipendenti di Costa Crociere, Europ Assistance e Decathlon di Vado Ligure.

I partecipanti, guidati dai volontari di Plastic Free OdvOnlus, nuovo partner di Guardiani della Costa, insieme alla Fondazione Acquario di Genova Onlus e all’Acquario di Genova, hanno raccolto circa 350 kg di rifiuti solidi, (o sacchi TBC), in prevalenza plastica, che sono stati catalogati per tipologia e avviati allo smaltimento o al riciclo. La pulizia ha riguardato anche il mare e i fondali, grazie alle attività di snorkeling e SUP realizzate in collaborazione con OLPA (Osservatorio Ligure Pesca Ambiente).

Oltre a questo, nel corso della mattinata sono stati organizzati cinque diversi stand, ognuno dei quali dedicato a laboratori ed attività ludico-didattiche, che sono parte integrante del programma dei Guardiani della Costa. Ad esempio, Scuola di Robotica ha tenuto alcuni laboratori relativi all’utilizzo dell’intelligenza artificiale e dei robot per la salvaguardia del mare, mentre ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) ha guidato gli studenti in un’attività di raccolta dati e citizen science.

L’iniziativa “Guardiani della Costa for World CleanupDay” è stata resa possibile anche grazie alla collaborazione del Comune di Savona, che ha coinvolto gli istituti scolastici della città, e con il sostegno di Recoaro e Decathlon di Vado Ligure, che ha invitato a partecipare anche i suoi clienti.

Guardiani della Costa è un progetto nazionale di educazione ambientale e citizen science (scienza realizzata e condivisa dai cittadini) promosso da Costa Crociere Foundation. Per il suo impegno a favore della promozione della sostenibilità tra più giovani, il progetto ha ricevuto il patrocinio del Ministero per la Transizione Ecologica, del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili e del Corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera. I partner scientifici e strategici sono ENEA, OLPA, Fondazione Acquario di Genova Onlus, Acquario di Genova, Scuola di Robotica, CivicaMente, Plastic Free, Key Technologies. Inoltre, il progetto è sostenuto da Europ Assistance.

Guardiani della Costa ha l’obiettivo di sensibilizzare gli studenti, i giovani e i cittadini all’unicità e fragilità del patrimonio naturalistico delle coste italiane, con particolare attenzione ai problemi derivanti dall’aumento dei rifiuti lungo le coste, sulle spiagge e in mare. Dalla sua inaugurazione, nel 2017, ha coinvolto oltre 50.000 studenti e docenti di circa 2000 scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, permettendo di raccogliere oltre 125.000 dati scientifici sulla biodiversità nel Mediterraneo, sui rifiuti marini e sull’inquinamento del mare.

Gli istituti superiori che aderiranno all’edizione 2022/23 del progetto, iscrivendosi tramite il sito web https://www.guardianidellacosta.it/registrati/#,”adotteranno” un tratto di costa dove effettuare osservazioni e rilevamenti sul campo. Docenti e studenti avranno accesso a una piattaforma online dedicata, e completamente rinnovata, nella quale saranno raccolti contenuti didattici come webcast, dispense e video-tutorial, creati appositamente grazie alla partecipazione di ENEA, OLPA, Fondazione Acquario di Genova Onlus e Acquario di Genova. In linea con il concetto di “citizen science”, i contenuti saranno scientificamente rigorosi, ma sviluppati per essere facilmente fruibili e divulgabili a un pubblico di non esperti. Le aree di interesse delle unità didattiche sono tre: ambiente marino mediterraneo, con focus sulle diverse tipologie di costa; cambiamento climatico; rifiuti marini, con focus su plastiche e microplastiche.

Al percorso formativo online e in aula si alterneranno attività sul campo, durante le quali la porzione di costa di competenza sarà monitorata dagli studenti prendendo in esame le principali caratteristiche dell’ambiente costiero, con attività di beachcombing, raccolta dati sulla vegetazione costiera e sulla presenza di plastiche e microplastiche, tramite materiali e schede fornite dal comitato scientifico di progetto. I dati raccolti, opportunamente validati, verranno caricati dalle classi nella nuova piattaforma di Guardiani, andando ad alimentare una mappa interattiva disponibile sul sito, e saranno utilizzati da ENEA per integrare studi scientifici sulla salute delle coste italiane.

Per i docenti è prevista la partecipazione a webinar di formazione iniziale, che insieme alle unità didattiche online saranno attestati dall’ente formatore Scuola di Robotica, accreditato dal MIUR, e daranno diritto a ore di aggiornamento professionale (da un minimo di 30 ad un massimo di 60 ore in base al percorso che si sceglierà di seguire). Per gli studenti la partecipazione a “Guardiani della Costa” può costituire un progetto PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento).

Per le scuole primarie e secondarie di primo grado, il materiale didattico messo a disposizione prevede contenuti, differenziati per fasce di età, che si inscrivono a pieno titolo nell’ambito dell’Educazione Civica, con l’obiettivo di far conoscere l’immenso patrimonio naturalistico delle coste italiane agli alunni, ma anche di sensibilizzarli sulla lorofragilità e sulla necessità di prendersene cura consapevolmente e in prima persona. Gli strumenti multimediali utilizzati comprendono il Living Book© Guardiani della Costa, composto da slide animate e interattive, giochi e test di verifica adeguati alle modalità di apprendimento dei più piccoli, l’Open Mind® Guardiani della Costa, uno strumento didattico capace di unire contenuti dettagliati a un’animazione grafica accattivante, e il WORKBOOK, due libri interattivi sul mare come risorsa e Il mare come ecosistema, sviluppati da Fondazione Acquario di Genova Onlus e Acquario di Genova. Anche per le scuole primarie e secondarie di primo grado sono previsti approfondimenti dedicati ai docenti.

“In un momento di forte dibattito sul futuro del pianeta, abbiamo voluto lanciare la nuova edizione dei Guardiani della Costa proprio a Savona, l’home port principale della nostra flotta, con un’azione concreta per la salvaguardia del mare e delle spiagge” – ha dichiarato Davide Triacca, Sustainability Director di Costa Crociere e Segretario Generale della Fondazione. “Guardiani della Costa è progetto unico nel suo genere: unisce la rilevazione scientifica alla didattica e alla sensibilizzazione dei giovani, che diventeranno così cittadini ancora più responsabili. Uno sguardo rivolto al futuro e agli obiettivi di sostenibilità dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite”.

Barbara Pasquali, assessore alla Città Vivibile del Comune di Savona, ha dichiarato: “Siamo lieti di partecipare, insieme con Costa Crociere Foundation e tutti gli altri partner, a questo importante progetto. Uno dei principali obiettivi dell’Amministrazione è quello di sensibilizzare i cittadini, soprattutto le giovani generazioni, sui temi ambientali, sulla cura e sul rispetto del proprio territorio. Siamo certi che un progetto come questo possa generare circuiti virtuosi che andranno a vantaggio dell’intera comunità cittadina”.

“E’ estremamente importante oggi offrire alle scuole la possibilità di inserire nel percorso di studio dei ragazzi iniziative formative e percorsi di sostenibilità – afferma Nicola Costa, Presidente della Fondazione Acquario di Genova Onlus – per aiutarli a crescere nella consapevolezza del valore inestimabile del patrimonio naturale e renderli capaci di fare scelte volte alla sua conservazione. La nostra partecipazione come Fondazione Acquario di Genova Onlus, con la collaborazione anche dell’Acquario di Genova, rientra a pieno nella nostra mission ed è un’occasione per confermare il nostro impegno nella divulgazione, ricerca e tutela dell’ambiente acquatico”.

“Unire le forze in progetti così importanti è oggi fondamentale non solo per la salvaguardia del Pianeta e degli ecosistemi, bensì per il bene di tutti”- Interviene Luca De Gaetano, Presidente di Plastic Free Onlus.

“Con l’adesione al progetto Guardiani della Costa di Costa Crociere Foundation, Europ Assistance Italia non solo conferma il proprio impegno per la tutela dell’ambiente, ma intende anche diffondere la cultura della sostenibilità, promuovendo un turismo sempre più responsabile, green e attento alla salvaguardia delle spiagge” ha dichiarato Fabio Carsenzuola Ceo di Europ Assistance Italia.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.