Obiettivo playoff

Vadese, capitan Suetta suona la carica: “Si prospetta una stagione interessante, siamo un gruppo che fa stare bene”

L'esperto difensore degli azzurrogranata ha rilasciato alcune dichiarazioni al termine della presentazione della squadra del presidente Brunasso

Vado Ligure. Mercoledì sera allo stadio “Ferruccio Chittolina” è andata in scena la presentazione della Vadese, squadra militante nel campionato di Prima Categoria pronta a dare del filo da torcere a qualunque avversaria. Oltre ai vertici societari, presso l’impianto di Vado erano ovviamente presenti anche i giocatori a disposizione di mister Tony Saltarelli, ragazzi determinati impazienti di dimostrare tutta la loro voglia di far bene.

Tra giovani e nuovi innesti non sarebbero potute mancare le dichiarazioni del capitano Daniele Suetta, intramontabile punto di riferimento degli azzurrogranata e del calcio dilettantistico locale in generale il quale ha esordito dichiarando: “Si prospetta una stagione interessante impreziosita da tanti scontri contro squadre di Savona o comunque sia di città limitrofe. Saranno tutte partite molto sentite, c’è poi qualche insidia rappresentata dalle genovesi con per esempio il Prà che si dice sia riuscito ad allestire una squadra forte. Noi siamo un mix di calciatori giovani ed esperti che già domenica scorsa contro il San Francesco Loano pensa di aver dimostrato di riuscire ad applicarsi con la testa e l’atteggiamento giusto.”

Successivamente l’esperta colonna portante della difesa di mister Tony Saltarelli ha parlato dell’obiettivo playoff delineato dalla società, questo per una rosa che, sulla carta, appare come affiatata e ricca di giocatori da monitorare. “Non è detto che la squadra più forte alla fine vinca – ha proseguito Suetta – noi ci proveremo e siamo convinti di avere tutte le carte in regola per fare bene. La forza di questa squadra è il gruppo, anche i ragazzi che sono arrivati quest’anno sono riusciti ad ammalgamarsi subito. In una squadra di calcio se non si è prima di tutto un gruppo non si va da nessuna parte. Qui alla Vadese sappiamo di essere così, un gruppo storico che fa stare bene tutti, soprattutto quelli che arrivano da altre realtà.”

In seguito l’intervistato ha palesato pro e contro dell’affrontare i match casalinghi al “Chittolina”, un campo molto grande con intorno la pista che, in alcune circostanze, potrebbe trasformarsi in un’arma a doppio taglio. Infine non sarebbe potuta mancare una domanda inerente agli obiettivi personali: “Il mio obiettivo personale è cercare di fare e stare bene, questo cercando di dare una mano ai compagni. Tutto quello che verrà sarà in più. A 46 anni mi sento ormai al tramonto, tuttavia finchè riesco a stare bene in mezzo a questi ragazzi sono contento.”

È terminata in questa maniera l’intervista a Daniele Suetta, capitano della Vadese il quale, anche di fronte ai microfoni, si è dimostrato puntale come in occasione delle chiusure nei confronti degli attaccanti avversari. Adesso la parola spetterà al campo: gli azzurrogranata hanno le idee chiare, le rivali sono avvisate.

leggi anche
Brunasso-Bacigalupo
Ambizione
Vadese, Brunasso e Bacigalupo svelano gli obiettivi stagionali: “Contenti del mercato, proveremo a migliorare il piazzamento dello scorso anno”
Michele Romeo
Parola al bomber
Vadese, voglia di nuova stagione per Michele Romeo: “Vorrei segnare a tutte le squadre, campionato di livello”
Presentazione Vadese
New season
Prima Categoria, scatta l’ora della Vadese: ieri la presentazione ufficiale. Mister Saltarelli: “Speriamo di riuscire a coronare i nostri sogni al più presto”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.