Piano

Tutele all’apicoltura e agricoltura ligure: nuove azioni di contrato alla Vespa velutina

Mantenimento della biodiversità e sviluppo della vita vegetale

apicoltura vespa velutina

Liguria. “Proseguono le azioni di contrasto alla Vespa velutina che ho portato avanti nel corso del mio mandato quali prioritarie per il mantenimento della biodiversità e dello sviluppo della vita vegetale. L’ape da miele è, infatti, la preda ideale della Vespa velutina, insieme ad altri preziosi insetti impollinatori”.

Lo dichiara il vice presidente della Regione Liguria con delega all’Agricoltura Alessandro Piana a seguito del tavolo apistico indetto dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali nella giornata del 5 settembre.

La Vespa velutina o calabrone asiatico dal 2012 sta infatti causando ingenti perdite di alveari in alcune zone del ponente ligure. Liguria. Per questo è stata avviata una un’efficace opera di contenimento e contrasto alla diffusione della Vespa Velutina, operando, in questo modo a sostegno sia dell’apicoltura che dell’agricoltura ligure.

“Di fatto, dopo la conclusione del progetto quadriennale europeo ‘LIFE Stop Vespa’ il servizio di monitoraggio e di intervento è stato preso in carico direttamente dalla Regione Liguria, tramite il Parco Naturale delle Alpi Liguri, in sinergia con le Squadre di Protezione Civile locali. Nel 2019 gli interventi effettuati sono stati 165, nel 2020 e nel 2021 oltre 900, media che stiamo mantenendo nel primo semestre di quest’anno.

In questi giorni abbiamo anche chiesto un emendamento alla bozza del Decreto Ministeriale sui contributi agli apicoltori liguri, per consentire l’acquisto di sottospecie di api che sembrano avere una maggiore resistenza alle Vespe velutine e che in precedenza non erano contemplate dal regolamento, come l’Apis mellifera mellifera, diffusa soprattutto nel Sud della Francia oltre che nel Ponente ligure”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.