Confronto

Sicurezza bus, vertice in Prefettura: “Videosorveglianza sui nuovi mezzi e controlli mirati”

Insediamento del tavolo provinciale sul trasporto pubblico locale

Tpl 112 sicurezza bus

Savona. Videosorveglianza grazie ai nuovi autobus del parco mezzi di TPL Linea, nell’ambito di un programma di ammodernamento con migliori standard di sicurezza, ma anche controlli mirati sulla base di una mappatura delle linee più critiche, oltre alla stessa formazione del personale addetto per fronteggiare possibili emergenze.

E’ quanto è emerso dal vertice di oggi in Prefettura sulla sicurezza del trasporto pubblico locale, con la prima riunione del tavolo istituito con azienda, sindacati, Provincia, Comune di Savona e forze dell’ordine.

Il tavolo, istituito sulla scorta delle previsioni contenute nello specifico Protocollo nazionale siglato dal Ministero dell’Interno e da quello delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile, condiviso con Anci e associazioni sindacali di categoria, è finalizzato a monitorare e migliorare la sicurezza sui mezzi del trasporto pubblico locale e a contrastare aggressioni e minacce al personale ed agli utenti.

TPL Linea ha precisato che una parte dei predetti veicoli risulta già dotato di sistemi di videosorveglianza interna e che sono state attivate procedure che permettono la segnalazione in tempo reale di eventuali situazioni di difficoltà da parte dei conducenti.

Per potenziare le già ottime sinergie esistenti con le Forze di polizia e le Polizie locali, si è anche ravvisata l’opportunità della predisposizione da parte dell’Azienda, sulla scorta delle segnalazioni provenienti dai propri operatori, di una mappatura aggiornata delle linee e delle fermate ove si registrano maggiori criticità affinché possano essere pianificate attività di vigilanza e di controllo mirate.

Altro aspetto che, pure, è stato positivamente affrontato è quello della destinazione di adeguati stanziamenti aziendali alla realizzazione di iniziative di formazione, concernenti la gestione di possibili situazioni di conflitto con l’utenza o con terzi, a favore di tutto il personale di bordo e non solo di quello addetto alle attività di verifica.

L’azienda si è, infine, impegnata a verificare con i competenti uffici della Regione Liguria, la possibilità di introdurre misure ad hoc per favorire l’utilizzo dei propri automezzi da parte del personale delle Forze di polizia e delle Polizie locali al fine di aumentare la percezione di sicurezza a bordo e disincentivare, così, comportamenti devianti dell’utenza.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.