Gesto

Scritte bianche sulla strada principale di Stella, sindaco: “Esistono gli striscioni, perchè deturpare il paesaggio?”

Due i messaggi, tra cui una parolaccia, indirizzati a una coppia di novelli sposi

Stella. Due grandi scritte bianche sono comparse sui muri che costeggiano la strada principale di Stella (SS 334), in località Salto. Una di fronte alla cappella, una nei pressi del distributore di gas. I messaggi, tra cui una parolaccia in dialetto, indirizzati a una coppia di sposi.

“W gli sposi”, “Ghe lei in tu cu'”, questo quanto si legge. Il gesto non ha lasciato indifferente chi quella strada la percorre quotidianamente, nè il sindaco di Stella Andrea Castellini. “La domanda che mi sono posto appena le ho viste è stata: ma non c’è di meglio da fare che deturpare un paesaggio? – ha espresso il primo cittadino stellese -. Esistono gli striscioni che si possono mettere e togliere, esistono mille modi per festeggiare un matrimonio senza dover per forza dimostrare un senso di menefreghismo e di inciviltà che, ahimè, ormai la fa da padrona in troppe situazioni. Questo ne è, purtroppo, l’esempio lampante”.

In occasione sono già arrivate le reazioni degli enti proprietari dei muri che presto segnaleranno il gesto alle autorità competenti. “Sono felice del fatto che gli enti proprietari coinvolti si stanno già adoperando per la pulizia di questi scempi, a spese poi vedremo di chi” conclude Castellini.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.