Countdown

Savona Calcio, il presidente Cannella: “In pochissimo tempo vogliamo arrivare in Serie D”

Il numero uno biancoblù fissa l'obiettivo in occasione della conferenza stampa

Savona. La società che ha acquisito il Savona Calcio presenta il proprio progetto nella sala conferenze di Palazzo Nervi. In rappresentanza della cordata, il presidente Sebastiano Cannella, il vice Agostino Girolamo e il direttore generale Massimo Cittadino. Insieme ai vertici societari Davide Porretta della New Agency Service, sponsor ufficiale dei biancoblù che compare sulle nuove divise ufficiali. Tra le autorità presenti, l’assessore allo sport del Comune di Savona Francesco Rossello e gli assessori regionali Simona Ferro e Gianni Berrino.

Lato sportivo, il numero uno Sebastiano Cannella ha tracciato la rotta, indicando l’obiettivo nel medio termine l’approdo in Eccellenza e Serie D. Ma ha anche guardato oltre parlando del professionismo. Nell’imminente, la formazione allenata da mister Ermanno Frumento verrà integrata per arrivare a una ventina di componenti.

“Abbiamo avuto altre trattative con società di categorie superiore – ribadisce Cannella -. All’inizio ci siamo spaventati: prezzi esorbitanti per giocatori che erano qui per interesse personale. Abbiamo quindi deciso di acquisire il Savona e dare un’impronta calcistica e imprenditoriale. A livello sportivo abbiamo acquisito il giorno 9 agosto una società e una squadra. Nei giorni seguenti ci siamo trovati senza la squadra. ‘Siamo rimasti in cinque’ ci hanno detto. Ci siamo rimboccati le maniche e non ci siamo tirati indietro. Abbiamo scelto un allenatore che è un nome di prestigio a Savona. A Ferragosto abbiamo iniziato a costruire una squadra”.

“Al primo allenamento – prosegue –  eravamo in cinque o sei. Piano piano abbiamo allestito una squadra e ci siamo presentati alla prima occasione con circa 16 elementi. Il risultato calcistico è stato a nostro favore. Sul campo, abbiamo dimostrato che chi suda per il Savona alla fine porta i risultati. Noi non veniamo da Roma per lasciare una squadra in Prima Categoria. Vogliamo far fare un salto di qualità. Cerchiamo in pochissimo tempo di raggiungere categorie superiori: Eccellenza e Serie D. Poi, penseremo alla Lego Pro. Io provengo dal mondo professionistico. Mister Frumento ci ha fatto delle richieste. Stiamo cercando giocatori che siano un potenziale. Stiamo guardando anche fuori regione, dall’estero. Una squadra di 20/22 elementi”.

La società ha presentato le nuove maglie da gioco. Così Davide Porretta rappresentante della New Agency Service. “Siamo attivi nel mondo dello sport e ci occupiamo di pubblicizzazione e sponsorizzazione di eventi. La nostra società è nata nel 2018. Abbiamo già lavorato per gare importanti di motociclismo e automobilismo. Insieme all’avvocato Massimo Cittadino ho sposato questo progetto perché mi sembra molto importante e spero che vada a buon fine. Anche la Macron ci dà una grossa mano perché crede nel progetto del Savona”.

Questa mattina i vertici della società hanno incontrato il sindaco di Savona: “Durante l’incontro, per il quale ringrazio il nuovo presidente – ha detto Marco Russo – il Savona Calcio mi ha illustrato gli obiettivi sportivi che intende raggiungere. Non posso che ribadire che è auspicio di tutti che la squadra riconquisti la categoria che compete al suo blasone”.

leggi anche
Savona Vs Verbania
Amore biancoblù
Savona Calcio, gli ultras Pessimi Elementi: “Sostegno a oltranza per la maglia biancoblù”
Valerio Bacigalupo
Secondo tentativo
Stadio Bacigalupo, il Comune ci riprova: pubblicato il nuovo bando per la concessione dell’impianto
massimo cittadino savona
Prima categoria
Savona Calcio, la società si congratula con la squadra: “Complimenti a giocatori, staff e tifoseria”
Savona Calcio
Attacco
Bando Bacigalupo, il Savona Calcio: “Non parteciperemo. Vogliamo uno stadio agibile e per tanti anni”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.