Servizio

Rifiuti Savona, assessore Pasquali: “Bilancio estivo abbastanza positivo, deve migliorare lo spazzamento”

E sulle spiagge: "Al mattino piene di rifiuti, per il prossimo anno è necessario arrivare preparati"

Rifiuti Savona

Savona. “Il bilancio dell’estate è abbastanza positivo rispetto a estati passate, ma bisogna ancora migliorare il servizio di spazzamento”. Lo ha detto l’assessore alla città vivibile di Savona Barbara Pasquali in merito alla raccolta rifiuti e alla pulizia della città nel periodo estivo.

E’ iniziata la sostituzione dei cassonetti in alcune zone della città, come in corso Tardy e Benech e Villapiana. E’ stato introdotto l’ecoausiliario a tempo pieno che aiuta i cittadini, ma soprattutto gli esercenti, a conferire nel modo corretto e li informa sui possibili servizi, come il ritiro dei cartoni presso leattività commerciali. In una seconda fase, oltre a informare, si occuperà di sanzionare.

Il piano estivo e autunnale era stato presentato dall’amministratore unico di Ata Luca Tapparini in audizione in prima commissione consiliare a metà luglio. “La situazione degli ingombranti è migliorata“, ha detto ancora Pasquali. “All’interno dell’azienda è stata riorganizzata la struttura, inserendo la figura del capo cantiere che fa da raccordo tra la dirigenza i lavoratori”.

Durante questi mesi sono stati effettuati periodicamenti lavaggio delle strade e dei cassonetti: “E’ evidente che aiuterebbe anche un corretto conferimento dei rifiuti, se d’estate viene buttato materiale organico nel bidone del secco si creano problemi”. E sulla pulizia delle strade Pasquali aggiunge: “Il servizio di spazzamento è da migliorare implementando i passaggi nelle zone periferiche e nelle vie laterali come da piazza Vacciuoli”.

Un tasto dolente è stata invece la pulizia delle spiagge. “Nella prima estate senza regole anti Covid le spiagge libere sono state prese d’assalto, ma in modo insostebile – sottolinea Pasquali -. Al mattino si trovavano rifiuti abbandonati, bottiglie rotte. Per la prossima stagione occorre convocare un tavolo per poterla affrontare la stagione nel migliore dei modi“.

Si attende il giudizio del Tar sul ricorso presentato dai terzi classificati nella gara per l’acquisizione del 49% delle quote di Ata e la gestione del nuovo sistema di raccolta rifiuti (porta a porta). Nel frattempo il Comune predisporrà con Ata il piano per i prossimi mesi nell’attesa del passaggio al nuovo gestore.

leggi anche
Savona Bidoni Savona spazzatura Savona rifiuti ingombranti
Iter
Nuova raccolta rifiuti a Savona in stand-by, Ata: “Già organizzati fino a fine anno. Per il 2023 valuteremo con il Comune”
Savona Bidoni Savona spazzatura Savona rifiuti ingombranti
Intervento
Rifiuti Savona, il Comune partecipa a un bando per sensibilizzare i cittadini sulla raccolta differenziata
Spazzatura Savona bidoni Savona
Stop
Rifiuti a Savona, Sat e Iren presentano ricorso: possibile rinvio per la raccolta porta a porta
Rifiuti Savona bidoni Savona
Saldo
Ata, il bilancio 2021 chiude con segno positivo. Russo: “Sul servizio ancora gravi criticità”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.