Patto

Politiche 2022, trentuno candidati liguri firmano le proposte di Confartigianato

Grasso (Confartigianato): "Chiediamo alle nostre imprese di votarli per avere un Paese più a misura di microimpresa. Noi verificheremo costantemente l’attuazione degli impegni sottoscritti"

artigianato Confartigianato generica

Liguria. Sono 31 i candidati liguri al Parlamento che, in vista delle elezioni di domenica 25 settembre, hanno sottoscritto il manifesto di Confartigianato “Costruiamo insieme il futuro del Paese”. Un documento che contiene 12 proposte concrete, tra cui due specifiche per la Liguria, indispensabili per creare un ambiente a misura di artigianato e di micro impresa.

Microimpresa al centro, Infrastrutture e collegamenti, Regole su misura, Incentivi per la competitività, Noi motore del territorio, La sfida della sostenibilità, Europa e Pnrr, Sicurezza energetica, Per una nuova fiscalità, Per un lavoro di qualità, Garantire il credito alle mpi, Per un mercato del lavoro più inclusivo. Queste le 12 proposte lanciate da Confartigianato per sostenere e rilanciare un segmento che rappresenta il 96 % del tessuto produttivo del Paese.

In Liguria le hanno già firmate i candidati alla Camera per l’uninominale Edoardo Rixi, Ilaria Cavo, Sandro Biasotti e Roberto Bagnasco (centro destra); Katia Piccardo, Luca Pastorino, Daniele Montebello (centro sinistra); Roberto Traversi (M5S); mentre al plurinominale Roberto Cassinelli (Forza Italia), Matteo Rosso e Maria Grazia Fria (Fratelli d’Italia), Sara Foscolo (Lega), Roberto Traversi (M5S), Andrea Costa (Noi Moderati), Valentina Ghio e Alberto Pandolfo (PD), Cosimo Maria Ferri (Terzo Polo). Hanno sottoscritto anche i candidati liguri al Senato per l’uninominale Gianni Berrino e Stefania Pucciarelli (centro destra); Guido Melley (centro sinistra); mentre al plurinominale Claudio Muzio (Forza Italia); Roberto Menia e Simona Ferro (Fratelli d’Italia), Alessandro Piana, Stefania Pucciarelli e Paolo Ripamonti (Lega); Luca Pirondini (M5S); Marco Scajola e Manuela Gagliardi (Noi Moderati); Lorenzo Basso e Cristina Lodi (PD); Raffaella Paita e Gabriele Pisani (Terzo Polo).

Con la sottoscrizione delle proposte, i candidati si sono impegnati, in caso di elezione, a lavorare per il raggiungimento dei vari obiettivi contenuti nel manifesto, trasformando così in azioni concrete per le micro e piccole imprese quanto indicato da Confartigianato.

“Un risultato importante, che rappresenta solo il primo passo di un lavoro ancora più ampio che si svolgerà nei prossimi cinque anni – dice Giancarlo Grasso, presidente di Confartigianato Liguria – Ora chiediamo agli imprenditori di votarli, successivamente effettueremo una costante verifica del lavoro di coloro che verranno eletti, con l’obiettivo di collaborare insieme per costruire un Paese – così come di una Liguria – più efficiente e competitivo, più a misura di micro e piccola impresa. Noi, anche questa volta, ci saremo”.

Qui l’elenco dei sottoscrittori.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.