Confronto

Piaggio Aerospace, confronto sindacati-Nicastro: “Bene i nuovi ordini ma no ad alibi sui tempi di cessione”

Cisl Liguria: "Il sindacato dovrà essere protagonista nella fase della vendita". Fiom: "Occorre continuare a garantire sicurezza a Piaggio e ai suoi 900 dipendenti e al polo industriale dell'aerospazio"

Piaggio Aerospace P.180 Avanti EVO

Villanova d’Albenga. Si è svolto oggi l’incontro richiesto unitariamente dalle rsu degli stabilimenti Piaggio di Villanova d’Albenga/Genova Sestri con il commissario straordinario Vincenzo Nicastro.

“Rispetto a quanto delineato durante l’ultima riunione del 26 luglio presso l’Unione Industriali di Savona – fanno sapere in una nota dalla Fiom di Savona e Villanova d’Albenga – sono modificati l’iter procedurale e le relative tempistiche di vendita. Questa situazione inedita rammarica e preoccupa, non solo per le informazioni date e l’impegno preso con la scorsa assemblea dei lavoratori. Ad oggi non ci sono certezze sulle valutazioni ministeriali e, quindi, sulla possibilità di concretizzare le manifestazioni di acquisto palesate”.

“Rassicurazioni positive, invece, su commesse, ordini, liquidità garantiti per tutto il 2024 ed esclusione utilizzo cassa integrazione. Quindi, come delegati Fiom Villanova d’Albenga e Segreteria Fiom Savona, crediamo sia necessario continuare a monitorare la situazione aziendale. Occorre, quanto prima, continuare a garantire sicurezza a Piaggio, e ai suoi 900 dipendenti e al polo industriale dell’aerospazio del nostro territorio, rimarcando la strategicità aziendale per il nostro paese come dimostra la copertura da normativa Golden Power”, aggiungono.

“Rispetto alle manifestazioni di interesse, si deve lavorare per garantire una soluzione industriale che tenga insieme tutta l’azienda così come oggi la conosciamo in termini di produzione, occupazione, progettazione e stabilimenti evitando qualsiasi “spezzatino”. Pertanto, consideriamo imprescindibile attivare il confronto con il MiSE verso il quale sollecitiamo ulteriormente Regione e Provincia di adoperarsi a prescindere dall’investitura del prossimo esecutivo, come peraltro già delineato anche da CGIL CISL UIL Savona con richiesta attivazione tavolo su crisi territoriali. Lunedì sono organizzate da Fiom Fim Uilm Savona e la  Rsu Villanova d’Albenga assemblee informative dei lavoratori”, concludono.

Spiega la segreteria regionale della  FIM Cisl Liguria commentando l’incontro di oggi a Savona col Commissario Nicastro: “Ci sono nuovi ordini a breve e lavoro garantito fino al 2024 ma non può essere un alibi rispetto ai tempi della cessione di Piaggio Aero che deve essere fatta velocemente ma con la certezza di un piano industriale da parte dei soggetti interessati con numeri certi rispetto agli investimenti, tutela occupazionale, facendo rientrare in azienda i lavoratori di LaerH, e continuità per i due siti di Genova e Villanova d’Albenga”.

“È una realtà che il mondo ci invidia, sta ottenendo risultati importanti dal mercato nonostante sia in amministrazione straordinaria e ci sono prospettive significative: nessuno pensi di svendere questo gioiello, il nuovo Governo se lo ricordi e il dossier Piaggio Aero deve essere una priorità. I tempi si stanno dilatando e il Governo si prenda la responsabilità di mettere risorse nell’azienda per gli investimenti necessari. Di certo il sindacato dovrà essere protagonista nella fase della vendita”, concludono.

leggi anche
piaggio aerospace  stabilimento
Investimenti
Piaggio Aerospace, dal Ministero nuovi ordini per 46 milioni di euro. Prosegue l’iter di vendita

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.