Eccezionale

La strada si allaga e vanno contromano sul lungomare, i vigili di Pietra li multano: “Le alternative c’erano”

La polizia locale: "Comportamento che avrebbe potuto causare un incidente. Le alternative c'erano"

Lungomare Pietra

Pietra Ligure. “La condizioni meteo erano davvero complicate. Anziché comprendere e gestire il traffico a dovere, gli agenti hanno preferito prendere il numero di targa di tutti i veicoli e multarli”. E’ lo sfogo amaro di un automobilista di Pietra Ligure che, lo scorso 30 agosto, in occasione della “bomba d’acqua” che si è abbattuta sul nostro territorio, si è visto suo malgrado costretto a violare il Codice della Strada. E che per questo motivo è stato multato, a suo giudizio “ingiustamente”.

Ma veniamo ai fatti. L’uomo, residente a Pietra Ligure, si trovava in municipio per richiedere la carta d’identità della figlia. “Uscendo – spiega a IVG.it – abbiamo visto che pioveva con grande intensità. Siamo saliti in macchina per tornare a casa, ma la cosa era tutt’altro che facile. Mia figlia si è anche parecchio spaventata. Abbiamo percorso un tratto di via Bado, il lungomare, in direzione della stazione. Ad un certo punto, diverse altre auto hanno iniziato a tornare indietro perché la strada era impercorribile a causa della pioggia, così ci siamo accodati e abbiamo preso contromano un tratto di lungomare, quello compreso tra il Comune ed punto in cui inizia il doppio senso di circolazione”.

Pochi giorni dopo ecco arrivare la multa, pari a circa 60 euro. “Dire che ci sono rimasto male quando ho visto la multa è dire poco – confessa ancora il guidatore – Il problema non sono i 60 euro, ma il fatto che in una situazione del genere, anziché mostrare comprensione gli agenti hanno preso il numero di targa di ciascuna auto in contravvenzione e hanno elevato le multe. Perché ovviamente contromano non c’ero solo io, ma anche diversi altri mezzi”.

Il pietrese ha subito contattato il comando, spiegando le sue perplessità: “Mi è stato risposto che avevo due scelte: pagare la multa o fare ricorso. Ovviamente pagherò, la cifra per fortuna non è elevatissima e non ‘vale’ un ricorso. Ma è una questione di principio. La cosa paradossale è che sulla multa è chiaramente indicato che per gli agenti ‘non è stato possibile contestare immediatamente la violazione a causa delle condizioni meteo’. Quindi loro stessi hanno ammesso che il meteo era orribile. Forse un po’ più di comprensione sarebbe stata utile”.

Interpellato in merito, il comandante della polizia locale pietrese, Domenico Colnaghi, spiega: “Il 30 agosto abbiamo avuto un quarto d’ora di pioggia davvero forte, che ha creato allagamenti all’altezza del passaggio a livello, davanti al supermercato. In pochi minuti si sono creati venti centimetri d’acqua. Questo ha spinto alcuni automobilisti a fare marcia indietro e a percorrere contromano le due curve dell’ex cantiere. Un comportamento che avrebbe potuto causare un incidente”.

E che quindi è stato “meritevole” di sanzione. Sei o sette quelle elevate in tutto. Secondo il comandante le alternative c’erano: “Sarebbe stato sufficiente passare in largo Veterani dello Sport, via parallela del tutto praticabile creata appositamente per consentire a chi arriva dalla stazione di tornare indietro, senza creare pericoli per chi passava il lungomare. Che infatti è rimasto bloccato. In alternativa, sarebbe stato sufficiente fermarsi ad attendere una decina di minuti e aspettare che la pioggia scemasse ed i tombini facessero il loro lavoro, così come è accaduto”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.