Di nuovo

La Liguria trema ancora: registrate cinque scosse di terremoto

Oltre alla prima da 4,1, un'altra da 2,7 e altre tre piccole scosse di assestamento. L'ultimo terremoto nella zona paragonabile per intensità risale al 1536

terremoto

Liguria. L’istituto nazionale di geologia e vulcanologia ha registrato una seconda scossa di terremoto, avvertita a Genova, alle 17.32. magnitudo 2.7 con epicentro a 2 chilometri da Davagna e a una profondità di circa 8 chilometri.

La scossa, arrivata due ore dopo la prima di magnitudo 4.1, è stata avvertita nuovamente in molte parti della città, e non solo, anche se meno intensamente che la precedente. Secondo quanto riportato dal INGV, questa scossa è stata preceduta dal altre tre considerate di assestamento, con magnitudo compresa tra 1.8 e 1.9, due sempre a Bargagli e una a Davagna, tutte e tre a 9 chilometri di profondità.

Sono in totale cinque, quindi, le scosse registrate questo pomeriggio. Almeno fino ad adesso. Una situazione simile sta accadendo anche in altre parti limitrofe alla catena appenninica. In provincia di Modena il sismografi hanno registrato due scosse in rapida successione con magnitudo compresa tra 2.9 e 3.5, come anche in Sicilia e nelle Marche. “Fenomeni senza alcuna relazione – ha detto all’Ansa il sismologo Carlo Meletti dell’Ingv – sono avvenuti con troppa distanza uno dall’altro”. Il terremoto genovese ha però delle caratteristiche particolari: “E’ una zona non molto sismica e nella quale non si sono rilevati storicamente terremoti troppo forti. In questo caso il meccanismo è diverso da quello tipico dei terremoti dell’Appennino: è infatti di tipo compressivo – ha detto Meletti – perché questa zona della Liguria è nell’area di congiunzione fra l’Appenino a Est e l’arco alpino a Ovest”.

La pericolosità sismica di questa zona della nostra regione è considerata media. “Terremoti anche più forti di quello avvenuto oggi sono possibili per quanto la probabilità che si verifichino, ovvero la frequenza, non è particolarmente alta – si legge sul sito di Ingv – Dal Catalogo Parametrico dei Terremoti Italiani notiamo che l’area epicentrale del terremoto non riporta eventi in zona epicentrale; tra gli eventi più vicini il terremoto del 1536 di magnitudo stimata 4.6 riportato con epicentro a Genova“.

Proseguono le verifiche sul territorio da parte della Protezione civile regionale: al momento si registrano lievi danni e nessun ferito. Il censimento degli eventuali danni proseguirà comunque nelle prossime ore. Dalle 15:39 alle 18 sono state 303 le chiamate ricevute dalla centrale operativa del 112 presso l’Ospedale San Martino di Genova.

Più informazioni
leggi anche
treno stazione brignole
Avviso
Terremoto, in Liguria circolazione in ripresa nelle tratte interessate dall’evento sismico
Generico settembre 2022
Forte scossa
Terremoto in Liguria, magnitudo 4.2: sentito in tutto il savonese

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.